Cronaca Monteveglio

Chiara, oggi i funerali. Il ricordo toccante dei genitori: "Così aveva deciso di aiutare i bimbi malati"

Monteveglio si prepara all'ultimo saluto, mentre mamma e papà Gualzetti vogliono ricordare la loro bambina attraverso un gesto che racconta tutto l'altruismo e la sensibilità d'animo della giovane

"Chiara per anni ha avuto grandissima cura dei suoi capelli fino ad ottenere dei risultati fantastici... guai a chi glieli toccava... shampoo e balsamo a tutta forza.. via le doppie punte... ogni tanto dal parrucchiere per tenerli sempre a posto.... un giorno seppe che l'associazione Ageop che si occupava di bambini con gravi problemi effettuava anche raccolta di capelli per realizzare parrucche per gli stessi bambini... "mamma" -disse- " voglio andare dal parrucchiere e tagliarli tutti e dopo averci fatto una mega treccia donarli all'Ageop".. e così fu.... senza pensarci due volte lo fece e fiera di quel gesto mostrava la treccia realizzata.....".

Un gesto che vale più di molte parole. Capace di raccontare tutto l'altruismo e la sensibilità d'animo dei quali era capace la 16enne barbaramente uccisa a Monteveglio. Ed è con questo aneddoto che i genitori di Chiara hanno voluto ricordare la loro bimba, nel giorno dell'ultimo abbraccio, durante il quale è stata allestita la camera ardente in Valsamoggia. Una camera ardente aperta a tutti, ieri, che ha visto una lunga processione, commossa. Una camera ardente a bara chiusa, su  volere di papà Vincenzo e mamma Giusi, per tutelare il corpo dilaniato della ragazzina. "Ho dovuto affrontare la camera ardente - spiegava il  papà -  A causa dei danni subiti nonostante la preparazione di mia figlia c'era davvero niente come somiglianza... mi sembrava di vedere una persona che non conoscevo. Per questa ragione abbiamo deciso di fare la camera ardente a bara chiusa in modo che chi la conosceva la ricorderà com'era e chi non la conosceva non dovrà vedere una persona completamente diversa da come era lei.".

La Valsamoggia si prepara all'ultimo saluto. Per oggi, 7 luglio, è infatti  previsto il funerale di Chiara, che sarà celebrato alle 17 pressO la Chiesa Parrocchiale di S. Maria di Monteveglio.
chiara gualzetti-4-2

(foto social, Chiara prima e dopo il taglio della chioma devoluta in beneficenza)

"Ricordare Chiara con gesti importanti per dare un senso alla sua vita"

Ieri all'uscita della camera ardente pap à Vincenzo ha anche fatto un appello al fine di non dimenticare Chiara. Con gesti importanti, "per evitare che si spengano i riflettori" e per "dare un senso alla vita".  Considera quello di sua figlia "un femminicidio", e per questo l'idea è di ricordarla con un atto importante, come un aiuto a donne vittime di violenza, oppure con un sostegno ai ragazzi, alle prese con nuove fragilità.

Omicidio Chiara Gualzetti, l'autopsia conferma la dinamica

Omicidio di Chiara: verso le perizie di parte

Intanto le indagini sull'omicidio della giovane Chiara proseguono. E' ristretto nel carcere minorile del Pratello il 16enne reo confesso del delitto. Il Gip ha convalidato il carcere  e si preparano le strategie legali in vista del processo al giovane. Entrambe le parti (la famiglia della vittima difesa dall'avvocato Giovanni Annunziata, il ragazzo assistito da Tanja Fonzari) vogliano vederci chiaro sull'aspetto psichiatrico del giovane, sebbene per ragionamenti opposti.

Andrà fatta piena luce infatti, su quelle "voci" che il 16enne ha sostenuto di sentire a partire dai 12 anni, le stesse che - a dire del minore - gli avrebbero intimato di uccidere Chiara. Voci -sembra- confidate anche a una psicoterapeuta  prima del delitto, ma sulle quali la famiglia della ragazza -e relativo legale- nutrono sospetti.

Molti infatti gli indizi che farebbero pensare a una premeditazione dell'uccisione a sangue freddo della ragazza, una impostazione che -secondo la difesa della famiglia- escluderebbe da subito il cosiddetto raptus di una persona incapace di intendere e di volere. Proprio per questo uno dei primi esami che si faranno -e sul quale è auspicabile aspettarsi una guerra di perizie- sarà quella sulla salute psichiatrica del ragazzo.

WhatsApp Image 2021-07-07 at 15.44.51 (1)-2

Chiara Gualzetti uccisa a Monteveglio, riprendono gli interrogatori

Proprio per dipanare la matasse e sciogliere i dubbi che restano intorno al delitto, nelle ultime ore i Carabinieri hanno ripreso a sentire sia i genitori che i parenti stretti di Chiara che del 16ennearrestato .

I militari dell'Arma stanno infatti mettendo nero su bianco le dichiarazioni circa la cronologia e il contesto di rapporti che vi era tra le due famiglie e i rispettivi ragazzi, nonché, per quanto riguarda il 16enne, dei sintomi del disagio che pare fossero emersi nel recente passato. Spetterà poi alla procura dei minori di Bologna mettere insieme tutti gli indizi e procedere poi alla chiusura delle indagini.

Fiaccolata per Chiara. I genitori: "Grazie per la forza, giustizia" | VIDEO 

VIDEO | Omicidio Chiara, la comunità di Monteveglio sconvolta: "Ragazza dolcissima. Siamo arrabbiati"

 "Ci siamo concentrati subito sul ragazzo. Trovata arma delitto e telefonino della vittima" | VIDEO

Chiara uccisa a coltellate. Confessione shock dell'amico: "Voce interiore ha detto di uccidere" 

Sui social i messaggi di dolore per Chiara: "Perdonaci se non siamo riusciti a proteggerti"

 Lo psicologo: "Va riconfermato il senso di comunità. Importanti i momenti come la fiaccolata"

Omicidio di Monteveglio, partita la raccolta fondi: "Aiuterà la famiglia di Chiara a sostenere le prime spese legali"

Omicidio Chiara Gualzetti, il delitto raccontato attraverso messaggi vocali

Omicidio di Chiara, insulti e minacce di morte sul profilo del 16enne

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara, oggi i funerali. Il ricordo toccante dei genitori: "Così aveva deciso di aiutare i bimbi malati"

BolognaToday è in caricamento