rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024

La preoccupazione degli editori al Children's Book Fair: "Rischiamo di rimanere in ginocchio" | VIDEO

Gli editori presenti alla fiera internazionale dell'editoria per ragazzi di Bologna alle prese con l'aumento dei costi dell'energia e con la difficile reperibilità delle materie prime

C’è preoccupazione tra gli editori che hanno preso parte al Bologna Children’s Book Fair, che dopo l’innalzamento dei prezzi dell’energia e la difficoltà nel reperire le materie prime necessarie per la filiera rischiano di “mettere in ginocchio un intero sistema”. Dall’altro lato, però, c’è la felicità nel poter tornare a incontrare colleghi, amici e lavoratori del settore di persona dopo lo stop forzato di due anni. “Tornare qui è sicuramente un’emozione fortissima, specialmente qui a Bologna, visto che questa fiera rappresenta il cuore pulsante dell’editoria per ragazzi” dice Beatrice Fini, direttrice editoriale del settore ragazzi di Giunti Editore.

Bologna e quel filo diretto con l'Ucraina: recapitato un pacco di libri da Kiev alla fiera dell'editoria per ragazzi | VIDEO

Come detto, però, dal lato economico è la preoccupazione a farla da padrone: “Il costo della carta è aumentato esponenzialmente e anche i materiali più semplici si stanno impennando. Noi cerchiamo di tenere i costi su livelli standard e per ora ci stiamo riuscendo. La situazione è preoccupante, ma non possiamo fare altro che sperare che migliori” dice invece Giacomo Taddeo Traini di Becco Giallo. “Le prime difficoltà – dice invece Iacopo Chiaramonte de Il Castoro – sono iniziate già nello scorso autunno. Ora le problematiche purtroppo note sul conflitto in Ucraina hanno di fatto peggiorato una condizione già complessa”.

Video popolari

La preoccupazione degli editori al Children's Book Fair: "Rischiamo di rimanere in ginocchio" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento