Cronaca Savena / Piazza Trento E Trieste

Chiosco dei gelati di Piazza Trento e Trieste, basta proroghe: è chiuso dal 2015

Il Comune ha respinto l'ennesima richiesta di proroga dei gestori: "La situazione è precaria e pericolosa"

Il chiosco di Piazza Trento e Trieste, chiuso dal mese di settembre del 2015 dopo un incendio che lo ha danneggiato, è ancora in condizioni di precarietà. L'attività del chiosco, gestito dalla società Gelateria Balanzone, è stata sospesa dopo l'incendio per 12 mesi, come previsto dalla normativa.

Durante questo periodo però il chiosco non è stato ripristinato. Alla scadenza dei 12 mesi, nel settembre 2016, il titolare dell'attività ha chiesto al Comune una proroga del periodo di sospensione, concessa fino al 31 gennaio 2017, con l'obiettivo di ripristinare il chiosco e riprendere l'esercizio dell'attività.

Questo però non è accaduto “per motivi familiari” del titolare che il 21 febbraio 2017 ha presentato un'altra richiesta di proroga, continuando a promettere l'inizio dei lavori in tempi brevi. A questo si aggiunge l'aggravante che il titolare risulta da tempo inadempiente con il pagamento della Cosap e della Tari.

Il Comune dunque ha notificato alla società Gelateria Balanzone il diniego alla richiesta di proroga poiché è “interesse dell'Amministrazione riattivare l'attività in un'area già oggetto di interventi di manutenzione e di riqualificazione”, si legge nella lettera del settore Attività Produttive e Commercio.

Inoltre la situazione precaria del chiosco può costituire “un pericolo” visto che la zona è molto frequentata e sono già diverse le segnalazioni arrivate al Comune e al Quartiere Santo Stefano su questa vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiosco dei gelati di Piazza Trento e Trieste, basta proroghe: è chiuso dal 2015

BolognaToday è in caricamento