Cronaca Via Enrico Mattei

Rivolta al Cie: in 10 tentano la fuga, scontri con la polizia

Un gruppo di immigrati si è arrampicato sulle inferriate per scappare. Sorpresi hanno iniziato a lanciare mattoni contro i militari. 2 ore sono occorse per sedare la sommossa. Feriti due militari e 2 fuggiaschi

Un weekend movimentato quello appena trascorso tra le pareti del Centro identificazione ed espulsione (CIE) di via Mattei. Una rivolta scoppiata nella notte di sabato ha coinvolto tutti gli 'ospiti' maschili.

La sommossa ha avuto inizio intorno alle 2.30, quando un gruppo di dieci persone ha cercato di fuggire arrampicandosi sulle inferriate. Quando il personale addetto alla vigilanza li ha visti, è iniziato un fitto lancio di detriti e pezzi di mattoni contro poliziotti e militari dell'esercito da parte degli altri uomini - diverse decine - rinchiusi nella struttura. Il materiale era stato ottenuto frantumando, con una porta divelta usata come ariete, la parete di una camerata.

Per sedare la rivolta sono servite circa due ore e l'intervento dei vigili del fuoco, chiamati per spegnere i materassi ignifughi a cui avevano tentato di dar fuoco (nessuna fiamma, ma tanto fumo). Due militari hanno subito lievi contusioni e una camionetta, utilizzata per bloccare una via di fuga, è stato danneggiata. Due ospiti, del gruppo che aveva cercato inizialmente di fuggire, sono caduti. Portati all'ospedale maggiore, sono stati dimessi questa mattina: prognosi di dieci e sette giorni per traumi agli arti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivolta al Cie: in 10 tentano la fuga, scontri con la polizia
BolognaToday è in caricamento