menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto FB

Foto FB

Ex Cierrebi': il comitato chiama alla mobilitazione: "Antenna in un luogo sensibile"

Il 28 agosto "sarà montata l'antenna dentro un luogo frequentato da bambini e vicinissimo alle case, oltre che a meno di 50 metri da un luogo storico tutelato come la Certosa"

Già da oggi 26 agosto sono comparsi i primi cartelli lungo via Gandhi, vicino all'ex Cierrebi ed è stato aperto il laboratorio per realizzarne altri, domani mattina alle 9,30, presso il Cierrebi in via Marzabotto 24.

Le iniziative sono state rese note sulla pagina Facebook del comitato "Salviamo il Cierrebi", lo storico centro sportivo bolognese la cui area è stata venduta per circa 3 milioni di euro dalla vecchia proprietà (Carisbo) alla nuova (metà Seci-Maccaferri e metà Bsc, una controllata del Bologna Fc) per un progetto che sacrificherebbe tre campi tennis/Basket, area verde, piscina scoperta e parcheggio, per far spazio a un supermercato.

Il comitato si oppone al progetto e all'apertura dell'ennesimo centro commerciale "non voluto, né necessario", scrivono sui social.

Mercoledì 28 agosto, da quanto riferiscono, "sarà montata l'antenna dentro un luogo sensibile frequentato da bambini e vicinissimo alle case, oltreche a meno di 50 metri da un luogo storico tutelato come la Certosa". L'appuntamento è per 8 del mattino.

"Quella di mercoledì è una mobilitazione molto importante ed è fondamentale esserci, anche solo mezz'ora, ma occorre presidiare durante tutta la giornata contro l'ennesima vergogna e protestare davanti a tv e stampa che ci verranno a vedere e intervistare - scrive il comitato Salviamo il Cierrebi - se saremo in pochi non sarà un bel segnale per la nostra causa".

L'annosa questione

Si tratta di uno dei pochi centri sportivi del quartiere Porto-Saragozza e l'affaire va avanti da ormai due anni. Tutto è nato con la vendita dell'area per circa 3 milioni di euro dalla vecchia proprietà (Carisbo) alla nuova (metà Seci-Maccaferri e metà Bsc, una controllata del Bologna Fc).

La restante parte dell'area (la palestra, il palazzetto polivalente, quattro campi da tennis, club house e ristorante) sarebbe andata venduta al Comune di Bologna, che ne farebbe una sorta di 'casa degli sport' destinata alle attività che ora sono ospitate nelle mini-palestre sotto le curve dello stadio Dall'Ara.

"Una sciagura" realizzare un supermarket all'interno dell'ex Cierrebi per l'assessore allo Sport e alla Cultura Matteo Lepore. 

Un supermercato all'ex Cierrebi: "Nessuno ha mai parlato di sacrificare la palestra"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento