Defunti, il sindaco di Imola: "Non affollate i cimiteri, andate anche i giorni successivi"

L'invito del primo cittadino in occasione della festività di tutti i santi e del giorno dedicato alla commemorazione dei defunti, l'1 e il 2 novembre

foto archivio

Il sindaco di Imola, Marco Panieri, si rivolge ai cittadini con un invito a rispettare le norme anti Covid anche durante le visite al cimitero, in occasione della festività di tutti i santi e del giorno dedicato alla commemorazione dei defunti, l'1 e il 2 novembre.

"Chiedo a tutti, in un momento così difficile per l'intera popolazione, uno sforzo per contribuire al contenimento della diffusione del Covid-19 rispettando, anche in questa occasione, all'interno dell'area cimiteriale e nelle aree di accesso limitrofe, le norme comportamentali ed igienico sanitarie in vigore". Il riferimento, precisa la nota diffusa dal Comune, è all'uso della mascherina, al rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro e al divieto di assembramento.

"Il consiglio inoltre è quello, se possibile - scrive l'amministrazione - di recarsi in visita ai propri cari estinti non soltanto l'1 ed il 2 novembre, ma anche nei giorni precedenti ed in quelli successivi, in modo da evitare affollamenti nelle aree interne dei cimiteri nelle due giornate tradizionalmente destinate alla commemorazione dei propri cari".

Infine, il Comune ricorda che con i Volontari civici sarà istituito un servizio itinerante di presenza al cimitero del Piratello, mentre insieme alla Protezione civile sara' garantito un presidio nei parcheggi dei cimiteri sia del Piratello che del forese.

Commemorazione defunti e Ognissanti: il servizio bus per i cimiteri 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento