Cronaca Casalecchio di Reno

Ex vertici sotto inchiesta, Cineca: 'Stiamo seguendo con attenzione la vicenda'

Il consorzio chiarisce la propria posizione dopo che indiscrezioni di stampa hanno riportato di avvisi di fine indagine in capo alla passata gestione

Il Cineca fa sapere che "seguirà con la dovuta attenzione il procedimento penale" per peculato a carico degli ex vertici di Kion, la partecipata poi incorporata dal Consorzio che ha sede a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna.

La Procura di Bologna, come ha scritto il 'Corriere di Bologna', ha infatti inviato a cinque persone, tra cui l'ex ad e dg di Kion, Vittorio Ravaioli, e l'ex dg del Cineca, Mario Lanzarini, l'avviso di chiusura indagini, atto che di solito prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. L'accusa è di peculato, e nel mirino della Procura ci sono presunte operazioni inesistenti per 1,72 milioni di euro.

L'indagine, ricorda il Consorzio in una nota, "nasce proprio da una segnalazione congiunta dei vertici di Kion e dello stesso Cineca, non a caso identificati come persone offese dai reati contestati dalla Procura". Infatti, concludono dal Cineca, fin dall'inizio "il Consorzio aveva dato incarico al proprio legale Vittorio Manes di seguire l'evoluzione dell'indagine e valutare le scelte che si riterranno più opportune". Intanto, sul fronte sindacale la Fiom-Cgil di Bologna annuncia in una nota di essersi confermata "unico sindacato del Cineca-Settore metalmeccanico di Casalecchio, azienda che occupa 110 persone". Le tute blu della Cgil hanno fatto il pieno, con tre delegati, alle elezioni per la Rsu che si sono appena svolte, e in cui hanno votato 78 persone. "Un'alta partecipazione al voto", sottolinea il sindacato, che chiude ringraziando i lavoratori "per il consenso che ci hanno accordato" e augurando buon lavoro ai delegati eletti". (AMA/DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex vertici sotto inchiesta, Cineca: 'Stiamo seguendo con attenzione la vicenda'
BolognaToday è in caricamento