Cronaca Via dell'Indipendenza

Via Indipendenza, chiude a sorpresa il cinema Capitol

Recapitate lettere di licenziamento a una decina di dipendenti. La gestione chiederebbe anche la restituzione di somme versate per errore. Dietro la chiusura una trattativa per l'integrazione immobiliare degli spazi del cinema. Serrande abbassate a fine mese

La società Cine Servizi, cooperativa che ha in gestione il Cinema Capitol, ne ha licenziato i lavoratori e ha annunciato la chiusura della sala cinematografica. Lo comunica il sindacato Cgil in una nota. Le persone coinvolte sarebbero una decina, alle quali sarebbero arrivate due lettere.

La Cgil denucia che sarebbe arrivata "una lettera di licenziamento accompagnata da una lettera con cui pretende la 'restituzione di somme' che la cine servizi avrebbe dato in più in busta paga per un presunto 'errore', addirittura minacciando i dipendenti di citarli in giudizio".

I sindacati sospettano che dietro la chiusura dellea sala ci possa essere una operazione legata a sviluppi immobiliari. Sullo sfondo il decreto di Palazzo D'Accursio per salvare i cinema del centro, un ibrido destinato a far convivere realtà residenziali, a quelli commerciali, con lo spazio sale dei cinema che si riduce ma non sparisce.

La chiusura della centralissima e famosa sala di via Indipendenza, che non è smentita da Cine Servizi, che motiva il mancato annuncio dei licenziamenti per "salvaguardare una fase di trattativa ancora in corso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Indipendenza, chiude a sorpresa il cinema Capitol

BolognaToday è in caricamento