Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Cinzia Cracchi: Del Bono “aveva più amanti delle colonne dei portici”

In un'intervista la Cracchi parla liberamente della relazione con l'ex sindaco Flavio Delbono e commenta la sua discesa in campo nella lista Nettuno: "Spinta dal senso etico, sto dalla parte della gente"

Alla vigilia delle elezioni si riaccendono i riflettori su Cinzia Cracchi, che si è confessata al portale Oggi.it attraverso un’intervista che rivela particolari “piccanti”, ma anche sentimentali, sulla relazione con Flavio Delbono: "Io non sono la ‘mantenuta’, la ‘rovina famiglie’, la ‘rovina-Bologna’, ma una donna che ama e che pensa. Sono proprio come Nettuno, il dio del mare, viva, attiva, potente e piena di misteri, ma sempre vera”. E Nettuno è anche il nome della Lista Civica di Angelo Maria Carcano, che la vede come candidata capo-lista.

“Flavio amava follemente mezza Bologna – commenta la Cracchi – ho avuto il coraggio di lasciare tutta la mia vita per l’amore di un uomo che però non meritava tante rinunce”. E alla domanda sulle doti amatorie di Delbono risponde incisiva: “Chiedetelo alle signore di metà Bologna che sono state con lui”. Cinzia invece ammette di essergli stata sempre fedele, nonostante dall’altra parte non ci fosse probabilmente tanta trasparenza.

LA SFIDA ELETTORALE. Candidata capolista al fianco del civico Carcano, la Cracchi racconta le sue motivazioni: “Ho un senso etico e civico troppo forte per non vivere attivamente la mia città. La lista Nettuno supera le ideologie, i nostri valori sono universali. Siamo dalla parte della gente”.

ICONA GAY. Dall’intervista emerge un’altra sorpresa, la protagonista del Cinzia-Gate sarebbe infatti diventa tata una icona gay: “Ne sono orgogliosa. Forse perché sono bionda, cotonata e single. Ho intenzione di lottare per i diritti delle minoranze – conclude – sento il loro mondo molto vicino a me, ho tanti amici gay. Mi adorano e io li amo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinzia Cracchi: Del Bono “aveva più amanti delle colonne dei portici”
BolognaToday è in caricamento