Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Legge anti-circo sospesa, dal Tar il nulla osta: 'Gli animali possono esibirsi'

“Liberata Bologna da chi usa la legge in maniera ideologica”, così dice soddisfatto il Presidente dell'Ente Circhi. Dal Circo di Mosca, pronto a dare spettacolo in città: “Sentenza attesa, la giustizia ha prevalso. Tornano le belve”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

“Non avevamo alcun dubbio, abbiamo sempre confidato nella ragionevolezza della legge e il tempo ci ha dato ragione”. Questo il commento di David Roscoe Orfei alla notizia della vittoria, presso il Tar dell'Emilia Romagna, riportata dalla Global Circus nei confronti del Comune di Bologna, che aveva messo in atto un provvedimento nei confronti dei circhi con alcuni tipi di animali, vietandone l'attendamento nella città.

Ora questa sentenza del Tar sospende il provvedimento del Comune, condannato anche a rinfondere le spese processuali “oltre ad accessori di legge” come si evince dalla sentenza. “Da ex addestratore- ha continuato David Roscoe Orfei- e da imprenditore però, so come lo sanno tutti i nostri collaboratori, che questa vittoria non è altro che un altro passaggio della nostra storia, per altro giunto tutt'altro che inatteso. Conoscevamo i precedenti, la quantità di ricorsi vinti da altre strutture per ricorsi analoghi, abbiamo affrontato i grandi sacrifici che questa discutibile decisione del Comune di Bologna, di vietare l'attendamento dei circhi con animali, ci ha fatto patire, ma alla fine abbiamo avuto ragione. Ora però, dobbiamo riprendere a fare quello che è il nostro lavoro e che in realtà non abbiamo mai smesso di fare, lasciandoci alle spalle le amarezze, facendo divertire il nostro pubblico e mantenendo i nostri elevatissimi standard di qualità per la custodia dei nostri insostituibili compagni di lavoro animali, con i quali abbiamo un rapporto così profondo ed empatico, che nessuna legge, nessuna sentenza, nessuna spiegazione può descrivere fino in fondo”.

Viva soddisfazione anche da parte dell'Ente Nazionale Circhi che ha coadiuvato il ricorso al Tar con Antonio Buccioni, il Presidente, in prima fila lungo tutto il percorso, e che attraverso il portale “Circo.it” festeggia inneggiando alla “liberazione di Bologna da chi interpreta le leggi a proprio uso e consumo e vorrebbe farla da padrone in ossequio alla ideologia animalista”.

Fin da domani, 18 gennaio - ha annunciato Larry Rossante, direttore artistico del Circo di Mosca- il nostro spettacolo tornerà ad avere i leoni e le tigri rosa e le altre belve, mentre dalla prossima settimana il nostro parco zoologico sarà al completo, con rinoceronti, elefanti e via dicendo. Siamo felici di poter riproporre il nostro spettacolo completo, non abbassare gli standard che ci si aspetta da una grande struttura come questa non è stato facile economicamente e moralmente, ma ne è valsa la pena di resistere quando poi si vede la legge finalmente rispettata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge anti-circo sospesa, dal Tar il nulla osta: 'Gli animali possono esibirsi'

BolognaToday è in caricamento