menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

CISL: “Pronti con proposte concrete, domani confronto diretto con i candidati sindaci”

Il segretario Alberani promuove l'impegno a favore di dipendenti e pensionati: meno soldi alla politica, sostegno al reddito e una Bologna al centro della regione. 1ºMaggio, ferita profonda: "Colpa della CGIL"

La Cisl di Bologna ha presentato oggi le prossime azioni a favore dei cittadini, dei lavoratori e dei pensionati. Introdotti dal segretario generale Alessandro Alberani e sviluppati da Alberto Schincaglia (dipartimento politiche sociali) i tre argomenti sono stati: il percorso per costruire un nuovo modello sociale, la questione del primo maggio e l’attesissimo incontro di domani con i candidati sindaci nella sede di via Milazzo.

“Gli accordi separati dipendono solo dalla CGIL". E’ necessario lavorare sull’unità fondandosi sui contenuti - spiega Alberani – noi guardiamo a una Bologna modello sociale ed eco sostenibile, che limiti i costi della politica e che sia realmente città metropolitana”.
“Il prossimo sindaco e i consiglieri che verranno - continua il segretario generale della CISL di Bologna – vedranno abbassate le retribuzioni, ma perché queste riduzioni partono sempre a livello decentrato e mai nazionale?”

Alberto Schincaglia prosegue. “Chiediamo una riforma fiscale e la proposta è quella di ridurre le tasse sui dipendenti e sui pensionati, sul lavoro in generale. Vogliamo contrastare l’evasione fiscale e agire sulla ridistribuzione delle ricchezze”. Una proposta a favore delle imprese che investono in ricerca e sviluppo, che creano posti di lavoro e un’omologazione all’Europa per quanto riguarda le tasse sui conti correnti bancari.

Grande attesa per l’appuntamento aperto di domani “Cisl Bologna incontra i candidati sindaco: Aldrovandi,  Bernardini, Bugani, Corticelli e Merola”: un confronto incalzante che a partire dalla mattina concederà un’ora a testa per raccontare la persona, descrivere il proprio programma elettorale, porre domande dirette e veloci ai 5 candidati (10-11 Bugani, 11-12 Aldrovandi, 12-13 Merola, 14.30-15.30 Bernardini, 15.30-16.30 Corticelli).

PRIMO MAGGIO. Celebreremo la Festa dei Lavoratori il 30 aprile, in Piazza Re Enzo, dalle 9 alle 13 con un breve comizio alle 11: “Visto che quest’anno la CGIL ha deciso di festeggiare da sola per dare visibilità allo sciopero del 6 maggio – commenta Alberani – noi ricordiamo così l’impegno sindacale, anche con un concerto serale al Centro Katia Bertasi, dedicato alla musica di De Andrè”. Eloquente il manifesto che mostra due piazze affollate per il 1ºMaggio: una fa parte del passato, l’altra, datata 2011 è “spezzata” in tre, come i sindacati.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento