rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Città 30, Bologna si prepara: non solo autovelox, ma anche pubblicità e spillette

Si accelera in vista del 1° gennaio, quando scatteranno anche le eventuali sanzioni

Segnaletica, messa a punto della nuova viabilità, ma anche campagna di informazione.  Il Comune di Bologna si prepara all'entrata in vigore del limite dei 30 all'ora in tutta la città, il 1° gennaio, quando scatteranno anche le eventuali sanzioni.

Con 24.400 euro  l'amministrazione si è aggiudicata i servizi di una agenzia pubblicitaria per la campagna informativa da mettere in campo nei mesi autunnali, come riferisce la Dire. "Considerato che da luglio è partita la fase sperimentale di Bologna Città 30 le cui norme saranno effettive dal 1 gennaio 2024 - si legge nell'atto comunale  - si ritiene necessario investire sulle attività di informazione e comunicazione rivolte alla cittadinanza. Obiettivo coerente con l'offerta di SpeeD che propone diversi strumenti su diversi canali mirati a target diversificati: quotidiano, radio, web, speciale cartaceo".

Con altro atto dirigenziale del gabinetto del sindaco, Palazzo d'Accursio ha acquistato 500 spillette con il logo "Bologna Città 30"  che verranno distribuite "al gazebo del Comune di Bologna presente in piazza Maggiore in occasione della Settimana europea della mobilità".

Promozione a parte, si aspettando i nuovi autovelox per le strade più pericolose che resteranno col limite a 50 all'ora: con poco meno di 16.000 euro, sono stati acquistati sette nuovi dissuasori elettronici di velocità ad energia solare. Sono quei pannelli luminosi che indicano la velocità tenuta dal veicolo in arrivo.
"Uno dei problemi principali per la sicurezza stradale è rappresentato dalla velocità con cui procedono i veicoli", si legge nell'atto corrispondente. E' compito della Polizia locale migliorare e garantire la sicurezza stradale, anche attraverso strumenti a scopo educativo".

Nei giorni scorsi, il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, a margine di un evento a Milano che avrebbe intenzione di "copiare" Bologna in tema di limiti di velocità ha dichiarato che "il limite ha senso dove ci sono posti sensibili e pericolosi, ma dire che in città si vada sempre 30 all'ora non ha senso".

Città 30, tram, traffico: com'è e come sarà Bologna

città 30 prima e dopo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città 30, Bologna si prepara: non solo autovelox, ma anche pubblicità e spillette

BolognaToday è in caricamento