Martedì, 21 Settembre 2021

Città metropolitana, fine mandato. Merola: "Sbloccato opere, se ne parlava da 20 anni"|VIDEO

Il bilancio dal 2016: "Abbiamo dimostrato che può funzionare se ai nuovi sindaci verranno riconosciuti risorse e strumenti adeguati, non sappiamo mai anno per anno quali fondi ci vengono destinati"

"Sono soddisfatto perché abbiamo chiuso i conti con il passato anche in Città Metropolitana". Lo ha detto il sindaco metropolitano Virginio Merola che oggi a Palazzo Malvezzi ha presentato i risultati della fine del primo mandato, dopo l’Istituzione del nuovo ente prevista dalla legge Delrio del 1° gennaio 2015, meglio nota come "l'abolizione delle province". 

Per Merola si è rivelato un ente "molto utile per gli investimenti sull'edilizia scolastica - e poi - il piano periferie, abbiamo sbloccato opere come il Passante, il nodo di Casalecchio e di Rastignano delle quali si discuteva da 20 anni -  in pratica si è - recuperato i ritardi del passato e siamo attrezzati per il futuro".  E poi "il Piano Strategico Metropolitano, il Piano Territoriale Metropolitano, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e Agenda per lo sviluppo sostenibile, la destinazione turistica, la Bicipolitana e le grandi Ciclovie, i progetti per le pari opportunità e il contrasto alle discriminazioni di genere".

Piano da 136 assunzioni in Città metropolitana: “Dopo anni di contrazione del personale, l’Ente torna a crescere"

Cosa lascia in eredità al prossimo sindaco metropolitano? "Dovrà attuare i fondi europei e del recovery fund - e dovrà anche gestire - il fondo di perequazione, ce lo siamo inventati e siamo i primi in italia" ha detto Merola, soddisfatto. In pratica gli oneri di urbanizzazione non rimangano solo alle amministrazioni comunali: il 50% degli oneri urbanistici di tutti i Comuni, e in particolare dei Comuni dove saranno permesse le nuove urbanizzazioni (sia per insediamenti di imprese che residenziali), andranno infatti nel nuovo fondo perequativo metropolitano. 

"Noi abbiamo dimostrato che può funzionare se ai nuovi sindaci verranno riconosciuti risorse e strumenti adeguati. Mi auguro che il nuovo governo - conclude Merola - comprenda che non abbiamo autonomia finanziaria non sappiamo mai anno per anno quali risorse ci vengono destinate".  

Passante

Il sindaco di Bologna, Virginio Merola ha poi annunciato che il 28 luglio è il giorno dell'ultimo passaggio in giunta sul Passante di Bologna, prima della Conferenza dei servizi di giovedì: "Il 29 andremo in Conferenza dei servizi per un parere, consegneremo lì le nostre proposte e servirà tempo per le risposte, insieme con Autostrade e ministero. Tutto considerato, è difficile che i lavori partano entro settembre e quindi si procederà con la nuova amministrazione. La cosa importante è che adesso tutte le posizioni (di centrosinistra) siano unificate".

Città metropolitana: 39 milioni per 92 bus "green", ibridi, elettrici e a idrogeno

Fondo sociale di comunità: "Dare per Fare” diventa sempre più grande 

Si parla di

Video popolari

Città metropolitana, fine mandato. Merola: "Sbloccato opere, se ne parlava da 20 anni"|VIDEO

BolognaToday è in caricamento