Cittadinanza onoraria a Patrick Zaki: ok del consiglio comunale

"Nella sua figura quei valori di libertà di studio, di pensiero e alla partecipazione pubblica propri di questo territorio e delle istituzioni che lo rappresentano"

Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che "invita il Sindaco a conferire la cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki, riconoscendo nella sua figura quei valori di libertà di studio, di libertà di pensiero e di libertà alla partecipazione pubblica propri di questo territorio e delle istituzioni che lo rappresentano".

"Un altro tassello del percorso che stiamo facendo, dal Comune all'Università, per tenere alta la richiesta della sua liberazione" ha dichiarato il sindaco Virginio Merola. 

E' l'ordine del giorno, presentato dalla consigliera Simona Lembi (Partito Democratico) e emendato su proposta della consigliera Emily Marion Clancy (Coalizione civica), firmato dal sindaco Virginio Merola e dai consiglieri Francesco Errani, Roberto Fattori, Mariaraffaella Ferri, Federica Mazzoni, Andrea Colombo, Michele Campaniello, Raffaella Lama, Loretta Bittini, Roberta Li Calzi (Partito Democratico), Emily Marion Clancy e Federico Martelloni (Coalizione civica), Addolorata Palumbo (gruppo misto-Nessuno torni indietro), Massimo Bugani e Marco Piazza (Movimento 5 stelle). Infine, la proposta è stata approvata con 26 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune, Coalizione civica, Movimento 5 stelle, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna), e 4 non votanti (Lega nord, Fratelli d'Italia).

"Un'ottima notizia che ci rende orgogliosi della nostra citta'", commenta la vicepresidente della Regione Elly Schlein, dopo l'approvazione dell'ordine del giorno in Consiglio comunale. "Ora- ha scritto sui social- continuiamo a spronare il governo affinchè faccia tutti gli sforzi necessari per riportarlo a casa". Di "segnale importante, soprattutto perchè rientra in una di quelle significative azioni per mantenere accesa l'attenzione sul caso" parla invece la presidente dell'Assemblea legislativa regionale Emma Petitti.

Negli ultimi giorni una lettera di Patrick alla sua famiglia è stata diffusa dalla rete di attivisti Patrick Libero“: "Sto bene e sono in buona salute, spero che anche voi siate al sicuro e stiate bene. Famiglia, amici, amici di lavoro e dell'Università di Bologna, mi mancate tanto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento