Clai realizza una nuova struttura e fissa la data di fine lavori a fine agosto 2018

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

CLAI fissa la data di fine lavori al 30 agosto 2018. Partiti il 21 novembre 2016 con la prima fase di ristrutturazione e ampliamento dello di stabilimento di Sasso Morelli, dedicato alla produzione di salame, ora si sta procedendo a una fase di delocalizzazione e razionalizzazione dei servizi generali dello stabilimento (celle frigorifere, produzione aria compressa, distribuzione energia elettrica, trattamento e distribuzione acqua) che ha comportato la realizzazione di una nuova struttura per raggiungere l'obiettivo dichiarato di aumentare la produzione e allargarsi sul mercato estero. Successivamente CLAI si concentrerà sull'ampliamento dello stabilimento di Faenza, luogo nel quale si effettua la lavorazione della carne. Il piano di investimento di circa 12 milioni di euro porterà la Cooperativa di Lavoratori Agricoli ad aumentare la produzione e allargarsi sul mercato estero. "L'obiettivo è rendere le strutture sempre più efficienti a livello tecnologico" spiega il direttore generale CLAI Pietro D'angeli. Parte dell'investimento stanziato da CLAI sarà destinato anche al Prosciuttificio Zuarina, storica azienda di Parma di proprietà della CLAI al 96%, e al centro direzionale Villa la Babina.

Torna su
BolognaToday è in caricamento