Cronaca

Stasera il ritorno sul palco di Claudio Lolli: "Il pubblico deve soffrire, ma non troppo"

L'INTERVISTA. "Bologna oggi? Abbastanza chiusa e presuntuosa, incapace di valorizzare i suoi nuovi talenti e sempre pronta ad osannare ciò che già conosce, ciò che già esiste"

Stasera il concerto sold-out al teatro Galliera e l'ipotesi di una replica. Abbiamo fatto qualche domanda a Claudio Lolli, cercando di capire cosa vedremo nello show bolognese...

Chi è Claudio Lolli: mi riassumi la tua carriera musicale in qualche riga? Claudio Lolli è un uomo qualunque che ha avuto la fortuna di poter dar corpo alle sue passioni ed alle sue ossessioni con la musica e la poesia

Parlaci del concerto che vedremo questa sera al Teatro Galliera. Che è poi sold-out...Il concerto è un recital in cui parlo, leggo e canto ripercorrendo un po' tutte le tappe della mia (troppo?) lunga carriera: dai brani più recenti e meno conosciuti ad alcuni classici, perché il pubblico deve soffrire, ma non troppo.

Quale è stata nella tua carriera l'ispirazione più frequente? L'osservazione. L'osservazione del mondo che mi stava accanto, le persone, le situazioni, le passioni, le sofferenze e le incomprensioni.

Ci racconti la Bologna della tua gioventù (i primi passi nel mondo della musica) e quella che vedi adesso,a distanza di anni? Bologna è cambiata come tutte le città europee, ma non ho nostalgie. Da una grande passione politica ad una serena indifferenza. La trovo oggi, almeno culturalmente, abbastanza chiusa e presuntuosa, incapace di valorizzare i suoi nuovi talenti e sempre pronta ad osannare ciò che già conosce, ciò che già esiste. Consascra ciò che è già iper consacrato, senza ricerca e senza rischi

La tua canzone più nota? Ho visto anche degli zingari felici.

La tua canzone più bella per te/più bella per gli altri? La più bella è quella che devo ancora scrivere.

Mi parli dei musicisti/artisti bolognesi che secondo te hanno scritto la storia artistica della nostra città? Sono troppi e troppo conosciuti perché io possa permettermi di elencarli. Almeno uno però te lo dico: Freak Antoni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stasera il ritorno sul palco di Claudio Lolli: "Il pubblico deve soffrire, ma non troppo"

BolognaToday è in caricamento