Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Granarolo dell'Emilia / Via Trapanino

Via Trapanino, Club trasformato in balera abusiva: multa salata e denuncia

Il "Club Trapanino" - sulla carta circolo privato - era una sala da ballo senza le necessarie autorizzazioni e in condizioni igeniche precarie: multa salata e denuncia per il Presidente

200 arzilli pensionati intenti alle danze, si sono visti rovinare la serata dall'arrivo degli agenti che hanno effettuato un controllo nel locale, rilevando diverse irregolarità. E' accaduto la notte scorsa al “Club Trapanino", nell'omonima via a Granarolo dell'Emilia. Nei guai il presidente di quello che - almeno sulla carta - figura come Circolo privato, per aver approntato una discoteca senza alcuna autorizzazione. All' indirizzo dell'uomo - un pensionato bolognese di 65 anni - è stata spiccata una denuncia in stato di libertà per apertura abusiva di luogo di spettacolo, nonchè sono state elevate numerose sanzioni amministrative per l'ammontare di oltre 3mila euro .

L’attività s’inserisce in una mirata serie di servizi, che, con l’inizio della stagione invernale, i Carabinieri hanno intensificato, diretta a scoprire coloro che, approfittando della più economicamente conveniente disciplina sui circoli privati, aprono delle vere e proprie discoteche senza alcun tipo di autorizzazione. I militari hanno così sorpreso, nel casolare di campagna utilizzato per il club, circa 200 persone, per lo più gente di mezza età, che erano entrate pagando una cifra fra i 5 e 10 euro che gli consentiva di associarsi immediatamente, previa sottoscrizione di un semplice modulo.

Nel locale era stata allestita una sala destinata a discoteca, con luci, casse, console ed amplificatori, ed altre sale con posti a sedere per la consumazione di cibo e bevande. L’attenzione degli operanti si è indirizzata soprattutto sulla cucina che è stata trovata in cattive condizioni igieniche e maleodorante, così come i bagni.

Dagli ulteriori accertamenti, inoltre, è emerso che nel circolo veniva impiegata come cassiera una 26enne ucraina, clandestina in Italia e gravata da un provvedimento di espulsione. Il presidente è stato così denunciato anche per impiego di manodopera clandestina, mentre la donna irregolare è stata condotta presso la Questura di Bologna per la successiva espulsione.

Al termine della 'visita' dell'Arma, gli avventori del circolo, andandosene, hanno chiesto un po’ preoccupati: "La prossima settimana il circolo riapre, come al solito, il martedì'"..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Trapanino, Club trasformato in balera abusiva: multa salata e denuncia
BolognaToday è in caricamento