Cronaca Aeroporto Guglielmo Marconi

Oltre 7 kg di "coca" tra il peperoncino: 'corriere' preso al Marconi

Arrestato appena sbarcato da Francoforte, con il carico, purissimo, nascosto in una valigia a doppio fondo. Sul mercato, la droga, avrebbe fruttato all'organizzazione 1 milione di euro

Un carico che scottava, fatto di cocaina purissima, dissimulata tra mazzetti di peperoncino, per confondere il fiuto dei cani antidroga: così oggi è stato bloccato e arrestato all'aeroporto Marconi di Bologna un 42enne originario della Guinea Bissau e residente in Spagna.

L'uomo era appena atterrato nel capoluogo felsineo, con un volo proveniente da Francoforte. Il suo bagaglio, a doppio fondo, era pieno zeppo dello stupefacente, del peso complessivo di 7.5 chilogrammi. A metterlo in scacco è stato il suo atteggiamento sospetto durante i controlli di routine. Le Fiamme Gialle a quel punto hanno deciso di procedere ad un'ispezione accurata della valigia, trovando così la droga, che immessa sul mercato avrebbe fruttato all'organizzazione criminale circa un milione di euro.

Per il 'corriere' sono così scattate le manette, con l'accusa di traffico internazionale di droga. L'uomo, proveniente da Francoforte, è stato sottoposto ai controlli di routine e le Fiamme Gialle, insospettite dal suo atteggiamento, hanno eseguito un'ispezione più approfondita dei bagagli, trovando la droga, che avrebbe fruttato all'organizzazione criminale sul mercato circa un milione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 7 kg di "coca" tra il peperoncino: 'corriere' preso al Marconi

BolognaToday è in caricamento