Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Rizzoli

Coin via Rizzoli, ladro di profumi: odore di guai dopo il furto con "disturbatore di frequenza"

L'allarme non è suonato, ma addosso aveva un'essenza da 383 euro: fermato dalla sicurezza un pregiudicato

L'allarme all'uscita non è scattato grazie al "disturbatore di frequenza" che il ladro aveva con sè: uno strumento che altera la frequenza elettromagnetica e impedisce evidentemente di rilevare l'asporto di un prodotto non pagato. Mentre al suo complice è andata liscia ed è riuscito a fuggire, l'uomo di origini rumene dell'87, è stato fermato al Coin di via Rizzoli e gli è stato rinvenuto addosso un profumo del valore di ben 383 euro.

IL VIZIETTO PER LE MARCHE: ALTRI PRECEDENTI ANALOGHI.  La sua passione per le griffe gli era costata cara anche in un'altra occasione: nel maggio del 2011 infatti era stato "pizzicato" mentre rubava ben 20 paia di scarpe della Nike dall'outlet di Castel Guelfo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coin via Rizzoli, ladro di profumi: odore di guai dopo il furto con "disturbatore di frequenza"

BolognaToday è in caricamento