Cronaca

Coltivavano marijuana in serre e vivai: due arresti a Minerbio e Loiano

A Loiano, un 49enne aveva trasformato un armadio in serra. A Minerbio un 24enne aveva adibito il sottotetto a vivaio per la coltivazione marijuana

Tra mercoledì e giovedì due persone sono state arrestate con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti: avevano deciso di autoprodurre marijuana per poi rivenderla.

A Loiano, un 49enne del luogo con precedenti per furto e stupefacenti, è stato arrestato mercoledì sera al termine di una perquisizione domiciliare. Aveva trasformato un armadio in una serra per la coltivazione della marijuana. Il mobile era stato predisposto per simulare, attraverso strumenti specifici, le stesse condizioni di umidità e temperatura che le piantine avrebbero avuto nel loro habitat naturale, di fatti si presentavano verdi e robuste. La perquisizione è terminata con il sequestro di nove piante di marijuana, tre barattoli contenenti lo stesso stupefante per un totale di circa 350 grammi e alcuni misuratori chimici utilizzati nella floricoltura. Il 49enne è finito nei guai anche per detenzione abusiva di armi improprie perché deteneva un machete e un coltello senza la rispettiva autorizzazione. Al termine della redazione degli atti, l’arrestato è stato rilasciato ai sensi dell’art. 121 del c.p.p.

A Minerbio, invece, un 24enne incensurato del luogo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molinella, in collaborazione con i militari di Minerbio e Baricella. I militari stavano svolgendo un servizio anti droga per le strade del paese, quando, intorno alle ore 17:45, hanno notato un giovane sospetto a bordo di una Volkswagen Golf parcheggiata di fronte a un’abitazione. Durante il controllo è emerso che il soggetto, un 27enne di Minerbio, aveva in tasca due involucri di plastica contenenti marijuana. Le indagini hanno consentito di risalire alla “fonte” e dopo pochi minuti i Carabinieri hanno bussato alla porta del 24enne che, in un primo momento, ha rifiutato di aprire, sostenendo di non trovare la chiave. La perquisizione ha consentito di rinvenire diversi barattoli di plastica, bustine e involucri di cellophane contenenti marijuana, per un peso pari a 158 grammi. Il sottotetto dell’appartamento era stato trasformato in un “vivaio” di marijuana, perfettamente illuminato e areato. Sedici piante della medesima sostanza stupefacente sono state poste sotto sequestro, in attesa della distruzione. L’attività investigativa ha permesso di rinvenire anche una pasticca di anfetamina, una bilancina di precisione, del materiale atto al confezionamento della cannabis e la somma contante di 3.607 euro. Il 24enne è comparso questa mattina davantialTribunale di Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivavano marijuana in serre e vivai: due arresti a Minerbio e Loiano

BolognaToday è in caricamento