Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Saragozza / Via del Partigiano

Blitz in via del Partigiano: alla luce 'stanza' segreta per coltivare marijuana

In un appartamento, un giovane pusher si era ingegnato così per non farsi scoprire dalla madre. In casa oltre mezzo kg di droga e varie piante di 'maria': "Spaccio - ha confessato - per racimolare soldi, sono disoccupato"

Una 'stanza' segreta per coltivare marijuana all'insaputa della madre. Ma il trucchetto ingegnoso adottato da un giovane pusher bolognese non è riuscito però a schivare i controlli delle forze dell'ordine.

Recentemente, infatti, aveva destato sospetti il flusso di giovani che entrava ed usciva da un portone di una palazzina in via del Partigiano. Lo strano andirivieni aveva richiamato l'attenzione dei carabinieri,  soprattutto perchè gran parte di quei soggetti erano noti alle forze dell’ordine per i loro precedenti di polizia per uso di sostanze stupefacenti. Così, certi di avere scoperto l’abitazione di un pusher, che dagli accertamenti svolti doveva corrispondere a un 21enne di Bologna, alle ore 14 di giovedì una squadra di militari si è avvicinata all’edificio ed è rimasta nei paraggi ad attendere.

Qualche ora più tardi il sospettato è stato visto uscire dall’ingresso posteriore della palazzina e dirigersi verso un’area verde poco distante, per andare a parlare con due ragazzi. I Carabinieri sono intervenuti e dopo averlo identificato gli hanno chiesto di essere accompagnati presso la sua abitazione, ma il giovane, con la scusa di non essere in possesso delle chiavi di casa ha riferito che soltanto la madre, al momento assente, poteva aprire la porta. Ovviamente, i militari non gli hanno creduto e quando hanno suonato al campanello sono stati accolti dagli amici del 21enne, che erano rimasti in casa a "divertirsi con un po’ di erba”.

Nella stanza da letto, sono stati trovati diversi sacchi in cellophane trasparente contenenti 650 grammi di marijuana e un bilancino di precisione sporco della stessa sostanza stupefacente rinvenuta. In una camera attigua è stata scoperta una stanza segreta adibita a serra e ricavata dalla separazione della camera con una parete di cartongesso e accessibile attraverso un armadio con la parete posteriore forata.

All’interno sono state rinvenute quattro piante di marijuana e il necessario per la coltivazione: lampade, aeratori e fertilizzanti. Il 21enne ha spontaneamente confessato di coltivare marijuana di nascosto dalla madre e di spacciarla agli amici per racimolare un po’ di soldi perché disoccupato. Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza della Stazione Carabinieri Bologna, il giovane, arrestato per detenzione ai fini di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti, è stato tradotto in Tribunale per la celebrazione del rito direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in via del Partigiano: alla luce 'stanza' segreta per coltivare marijuana

BolognaToday è in caricamento