Comune e controllate, i risultati dell'ultimo bilancio

All'orizzonte sempre le incognite sull'impatto del Covid. Il report dell'assessore Conte

Il 2019 consegna alla 'holding' Comune di Bologna un utile gruppo che sfiora i 90 milioni di euro: è il risultato del bilancio consolidato di Palazzo D'Accursio, strumento che "consente di rappresentare la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della complessiva attività svolta dal Comune attraverso le proprie articolazioni organizzative, i suoi enti strumentali, le società controllate e partecipate", spiega in commissione l'assessore al Bilancio, Davide Conte.

Per l'esercizio 2019, il "perimetro di consolidamento" comprende il Comune e le sue Istituzioni (musei, biblioteche, inclusione sociale, servizi educativi e scolastici) e poi Asp (consolidamento integrale), Acer (consolidamento proporzionale), Caab (integrale), Srm (integrale), Tper (proporzionale), Teatro comunale (proporzionale), Autostazione (integrale) e Cineteca (integrale) comprendendo le controllate Immagine ritrovata e Modernissimo.

Il consolidato 2019 a livello segna un utile di 89 milioni e 525.811 euro "rispetto ad un utile registrato nel bilancio del Comune consolidato con le sue Istituzioni di 87 milioni 379.567 euro", riferisce Conte: "Risultato frutto in parte della gestione caratteristica, che chiude con una differenza tra componenti positive e negative della gestione pari a 59 milioni e 375.000 euro e in parte della gestione finanziaria che presenta un saldo pari a 13 milioni, grazie ai proventi finanziari rappresentati principalmente dai dividendi delle partecipate".

La gestione straordinaria "contribuisce con un saldo pari a 26 milioni, al quale ha contribuito in misura significativa la plusvalenza derivante dalla cessione di nove milioni di azioni Hera".

Operazione da cui deriva "un ricavo netto di commissione e trattenuta significativo e importante pari a 33 milioni e 202.000 euro", riferisce Conte. Il bilancio consolidato "ci dimostra che le nostre società stanno bene", sottolinea Conte, aggiungendo che "il trend è positivo da tempo e questo è un elemento politicamente e strategicamente importante", questo 2020 di crisi "lo affrontiamo per molte aziende con un po' più di tranquillità in virtù proprio del fatto che abbiamo avuto negli ultimi anni risultati positivi", segnala Conte.

Il 2020, però, "ci porta anche a fare scelte diverse rispetto al passato, nel caso delle partecipate", aggiunge l'assessore: una è che negli ultumi anni il Comune ha sempre accolto i dividendi di Tper, mentre quest'anno "abbiamo deciso che rimangano in Tper, perché possa utilizzare queste risorse, comunque prodotte grazie a bilanci positivi, per uno sviluppo migliore dei servizi in un momento in cui le criticità di bilancio ed economiche, a livello complessivo e non di singola azienda, sono significative e necessitano di maggior cura".

Intanto, Palazzo D'Accursio ha cominciato a lavorare sul bilancio 2021-2023. "Tra tutte le insicurezza di questi mesi e dei prossimi anni l'obiettivo è scrivere il bilancio più bello di sempre", scrive Conte su Facebook, sottolineando che "ci sarà molta discontinuità rispetto al passato: le risorse sono quelle che sono ma le strategie devono rinnovarsi. Fondamentale garantire i servizi e infrastrutture ma soprattutto sviluppare nuove idee". (Pam/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento