Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Facevo l'aiuto cuoco, ora prendo il reddito di cittadinanza. Do una mano alla società che mi aiuta a reinserirmi" | VIDEO

La storia di Roberto. Si tratta del primo inserimento nel Progetto Utile per la Collettività (Puc) per i soggetti destinatari di Rdc. L'Unione Sportiva delle Acli ha risposto al bando del Comune e pensa già ad una proposta di lavoro per lui

Il 4 maggio al Parco ex Velodromo di Bologna è stato il primo giorno di servizio per un beneficiario di Reddito di cittadinanza nell’ambito del progetto di utilità collettiva presentato dall’Unione Sportiva Acli di Bologna, che ha risposto al bando del Comune di qualche settimana fa con una propria proposta. Quella appunto della manutenzione degli impanti sportivi al Parco dell'ex Velodromo. 

Roberto, primo ad aderire, è un lavoratore della ristorazione che come molti altri ha perso il lavoro a causa della pandemia e da qualche mese riceve il reddito di cittadinanza. "Per l’UsAcli si occuperà di collaborare alla pulizia del parco e alla piccola manutenzione degli impianti sportivi presenti – spiega Chiara Pazzaglia, presidente provinciale Acli Bologna – stiamo, inoltre, aspettando a giorni un secondo inserimento, stavolta femminile: si tratta di una donna in cerca di occupazione che ci supporterà nelle attività di orientamento ai servizi di welfare e segretariato sociale".

In t'associazione ha dato la disponibilità ad accogliere quattro persone, ma se le cose funzioneranno l’offerta aumenterà. "Queste 8 ore settimanali, per cui i beneficiari ricevono anche un piccolo rimborso spese per pasti e spostamenti, sono ad adesione puramente volontaria – afferma Filippo Diaco, dirigente dell'UsAcli – ma rappresentano non tanto una “restituzione” sociale di quello che è un diritto, ovvero il Reddito di cittadinanza, quanto, piuttosto, uno strumento utile per aiutare queste persone a re-inserirsi nel mercato del lavoro. Queste esperienze permettono sia di sperimentarsi in nuovi contesti e mansioni, sia di riacquisire fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, costruendo nuove relazioni e, con esse, opportunità di impiego".

E proprio ad un lavoro per Roberto, in vista dell'apertura del centro estivo, stanno pensando dall'Unione Sportiva delle Acli. Oltre alle Acli hanno partecipato al bando del Comune di Bologna altre associazioni operanti nel terzo settore e in totale, al momento, sono oltre 50 le persone beneficiarie del reddito di cittadinanza che parteciperanno al Progetto Utile per la Collettività.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

"Facevo l'aiuto cuoco, ora prendo il reddito di cittadinanza. Do una mano alla società che mi aiuta a reinserirmi" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento