menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Abusivi sequestrati

Abusivi sequestrati

Concerti al Dall'Ara, i vigili fanno 'strage' di merce abusiva: volano multe e denunce

Birra, bagarini, gadget contraffatti, la Polizia Municipale chiamata a fare gli straordinari per gli show di Ferro e Depeche Mode. 600 birre sequestrate, in 13 denunciati per ricettazione e contraffazione

Agenti della Polizia Municipale di Bologna chiamati a fare gli straordinari contro l'abusivismo commerciale, in occasione dei due grandi concerti ospitati allo Stadio Dall'Ara il 24 giugno (Tiziano Ferro) e ieri sera, 29 giugno, con i Depeche Mode. In servizio per ognuna delle serate una trentina di vigili e due unità cinofile, i loro controlli hanno portato a fare incetta di merce sequestrata e comminare multe salate.

Nel corso delle due serate sono stati effettuati 35 sequestri penali per un totale di circa 1.000 pezzi tra fascette, poster, magliette, bandiere, calamite e bracciali. Sono state fermate, identificate e denunciate 13 persone per i reati di ricettazione e contraffazione. Alcune di queste sono state fermate più volte nel corso delle due giornate, per loro è scattata anche la denuncia per recidiva.

I vigili hanno poi elevato 37 multe per commercio abusivo, vendita di bevande in vetro e bagarinaggio per un importo totale di 125.000 euro. Sono stati poi 17 i sequestri amministrativi, per un totale di circa 700 pezzi tra cui 600 bottiglie di birra e bevande varie, un'ottantina di tranci di focaccia, 10 biglietti per il concerto e 4 strutture con ruote per la vendita di bibite e magliette. Sono state 4 le persone segnalate per consumo di sostanze stupefacenti. Infine, sono diverse le persone denunciate per l'articolo 650 del codice penale, cioè per inosservanza dell'ordinanza che imponeva limiti e divieti nell'esercizio del commercio, tra cui il divieto di vendere bottiglie in vetro.

I venditori abusivi hanno messo in atto durante le due serate una strategia per ridurre al minimo il rischio del sequestro, affacciandosi sulle strade più affollate attorno allo Stadio con pochi oggetti da vendere. Ma non è bastato perché i vigili, a loro volta, hanno deciso di fermarli continuamente e procedere ogni volta al sequestro della merce. Alla fine del concerto invece gli abusivi hanno cambiato atteggiamento uscendo allo scoperto con quantitativi più elevati di merce, ma anche qui l'intervento dei vigili è stato immediato e deciso: gli agenzi sono infatti entrati al Dall'Ara e sono usciti insieme al pubblico, distribuendosi durante il deflusso su tutti i lati dello Stadio e allargandosi progressivamente per un raggio di oltre un chilometro, intervenendo su ogni forma di commercio abusivo: tanto che l'ultimo sequestro è stato effettuato in via Saragat.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento