Cronaca

Bologna "capitale del mattone": le richieste sul tema casa da portare al Governo partono da qui

Riforma del catasto e pressione fiscale sugli immobili, sfratti, canoni concordati, crisi del commercio e occupazioni abusive: questi i temi di cui si è discusso all'assemblea nazionale dell’associazione Confabitare che si è tenuta a Bologna

Riforma del catasto e pressione fiscale sugli immobili, sfratti, canoni concordati, crisi del commercio e occupazioni abusive: questi i temi di cui si è discusso all'assemblea nazionale dell’associazione Confabitare, che raccoglie proprietari immobiliari, con 80 sedi provinciali e di 51.000 iscritti. “In questi mesi del 2022 Confabitare è stata molto attiva su tanti fronti che interessano la proprietà immobiliare con l’obiettivo di tutelare e difendere i diritti dei proprietari. Siamo stati interpellati sulla riforma del catasto e abbiamo portato le nostre idee e la nostra competenza" spiega il presidente nazionale Alberto Zanni, riassumendo il meeting di ieri. 

Sfratti e occupazioni abusive: "Siamo favorevoli alla riforma"

"Siamo sostanzialmente favorevoli alla riforma, in quanto necessaria, però dev’essere fatta per riportare equità all’interno del settore immobiliare non per aumentare indistintamente la pressione fiscale sui proprietari immobiliari. Il tema sfratti ha visto l’associazione impegnata in prima linea nel 2021 a seguito dell’emergenza sanitaria che ha portato a decreti quali il 'blocca sfratti', che ha creato situazioni molto delicate da gestire. Per quanto riguarda le occupazioni abusive abbiamo fatto una proposta alla commissione giustizia della camera e del senato  per chiedere la modifica di alcuni articoli del codice di procedura penale, che portino inasprimenti delle pene per chi occupa abusivamente un immobile: in quanto non è giusto che i proprietari trovino il il loro immobile occupato, anche se seconda casa, da persone che non ne hanno il diritto e inoltre, abbiano un mancato guadagno perché chi occupa abusivamente non paga l'affitto e neanche le spese condominiali e spesso, lascia l'appartamento danneggiato.

Commercio: un canone concordato anche per i negozi 

"Sulla crisi del commercio avvenuta dopo il blocco post pandemico abbiamo portato delle proposte interessanti al governo, una è quella che permette ai proprietari di usufruire di un canone concordato anche per i negozi. Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano negozi a canoni ridotti a quelli di mercato consentirebbe ai negozianti di riprendere le attività con un affitto sostenibile, ma anche ai proprietari di affittare gli immobili commerciali che prima erano sfitti" ha spiegato Alberto Zanni durante la giornata. 

Idee innovative come le "badanti di condominio"

"Confabitare è attiva sul sociale, propone idee innovative alle pubbliche amministrazioni, incentivando soluzioni atte al buon vivere in comunità nei condomini dei propri associati e lotta per i diritti dei più deboli per far sì che vengano abbattute le barriere sia architettoniche che di pregiudizio. Quest’anno l’iniziativa della 'badante di condominio' ha avuto moltissimi feedback positivi e la risoluzione a lieto fine del caso di Emo  ci ha dato grande soddisfazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna "capitale del mattone": le richieste sul tema casa da portare al Governo partono da qui
BolognaToday è in caricamento