Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Danni del tornado all'agricoltura: "Pronti a ripartire, meccanismi come per terremoto"

Difficile una stima precisa dei danni, poichè alla tromba d'aria si è aggiunta una forte grandinata. Per Confagricoltura, oltre alle risorse per le aziende "sono da reperire quanto prima le unità abitative per le famiglie di agricoltori"

“Le aziende agricole colpite sono pronte a ripartire subito, chiediamo con forza di utilizzare per l'evento del 3 maggio tutte le misure già esistenti e messe in atto per il terremoto dell'Emilia. Lo chiede il presidente di Confagricoltura Emilia Romagna Guglielmo Garagnani  "che sottolinea la necessità di "fondi per la ricostruzione” da destinare agli immobili lesionati, distrutti o dichiarati inagibili (per il 90% agricoli) e la “Misura 126” del PSR (2007-2013, ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali- ndr) per quanto concerne le attrezzature e le scorte.

“Dopo mesi di lavoro, ripristino e sistemazione post-terremoto, lo Stato ha messo in piedi un meccanismo di aiuto importante: bisogna che le aziende agricole devastate dalla tromba d’aria possano accedervi alle medesime condizioni”. Tanti anni subiti dalle aziende agricole nelle province di Bologna, Modena e Ferrara, proprio a un anno esatto dal sisma: "numerosi i fabbricati e i macchinari distrutti. Auspichiamo pertanto – continua Garagnani - che venga presto portata a compimento la dichiarazione di stato di calamità ed evento eccezionale e che si mettano subito a disposizione adeguate risorse da destinare al Fondo di Solidarietà Nazionale”

AGRICOLTORI SFOLLATI. “Oggi è difficile fare una stima precisa dei danni, in quanto una forte grandinata ha interessato, nelle stesse ore del tornado, un'area molto più vasta del territorio regionale. Più che un balletto di cifre, occorre un intervento immediato di solidarietà, che non può essere solo tra colleghi: in provincia di Modena esistono ancora 5 nuclei famigliari che necessitano di un riparo dove vivere. L'emergenza ora – chiosa Garagnani – è quella di reperire quanto prima le unità abitative, per dare una degna sistemazione a queste famiglie di agricoltori”.

Intanto per venerdì 10 maggio è convocata l'Assemblea generale di Confagricoltura Emilia Romagna a Bentivoglio, proprio nell'epicentro della zona colpita, con la partecipazione del presidente nazionale Mario Guidi che visiterà, assieme ai vertici locali dell'organizzazione, le aziende agricole danneggiate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni del tornado all'agricoltura: "Pronti a ripartire, meccanismi come per terremoto"

BolognaToday è in caricamento