Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Nozze Gay, Unibo: 'Congedo matrimoniale in questi casi è prassi'

Così l'Ateneo di Bologna si pronuncia sulla approvazione del congedo matrimoniale per un suo dipendente. Cgil: 'Bisogna andare avanti su questa strada creando un quadro di diritti che elimini ogni discriminazione'

Ha creato scalpore per qualcuno la notizia che l'Ateneo di Bologna abbia concesso il congedo matrimoniale retrubuito ad un proprio dipendente gay, che ha sposato all'estero il suo compagno.

Ma da Unibo secca e naturale arriva la risposta: "All'interno di una materia notoriamente discussa, l'Ateneo ha ritenuto di confermare anche in questo caso una prassi amministrativa, già in atto da tempo, nel pieno rispetto della privacy delle singole persone. Ciò appare coerente anche con la dimensione e composizione internazionale dell'Ateneo".

Soddisfazione per l'atteggiamento di Alma Mater da parte di Cgil, il cui segretario nazionale Vera Lamonica ha ribadito: "E' una buona notizia, come sono buone notizie gli accordi difficili che il sindacato fa con aziende private per riconoscere ai lavorati i diritti, anche in rapporto alla loro condizione''.

''Bisogna andare avanti su questa strada - ha aggiunto Lamonica - creando un quadro di diritti che elimini ogni discriminazione, qualunque sia l'etnia, il genere, l'orientamento sessuale. Una democrazia oggi si misura anche su questo. L'Italia dal punto di vista del riconoscimento dei diritti civili è assolutamente indietro. E' auspicabile che il Paese si metta al passo col resto delle realtà europee, anche se non ci sono grandi segnali''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze Gay, Unibo: 'Congedo matrimoniale in questi casi è prassi'

BolognaToday è in caricamento