Sabato, 13 Luglio 2024

Uomo e animale, una salute in comune: ecco cosa svela la ricerca “One Health”

A Bologna due giorni di congresso per discutere dell’approccio ad una salute unica e condivisa tra uomini e mondo animale

Vaccini, ambiente, cambiamenti climatici, ma anche prevenzione e ‘caccia’ alle malattie grazie al fiuto dei cani. Di questo e di molto altro si parlerà per due giorni al congresso “Dal serpente di Eva ai cani molecolari. Evoluzione e prospettive su rischi e vantaggi per la salute derivanti dalle interazioni reciproche uomo-animale-ambiente”. Promosso da Fondazione Carisbo e dall’Università di Bologna, l’evento è stato pensato per celebrare la memoria del professor Carlo Monti, in occasione dell’ottava giornata mondiale celebrativa di One Healt. Questo approccio olistico, come si legge nella definizione proposta dall’Istituto Superiore di Sanità, rappresenta “un modello sanitario basato sull'integrazione di discipline diverse, è antica e al contempo attuale. Si basa sul riconoscimento che la salute umana, la salute animale e la salute dell’ecosistema siano legate indissolubilmente”.

I due giorni di congresso, che avranno luogo nell’Aula Magna di Santa Caterina, in via Castiglione, vedrà confrontarsi numerosi esperti medici, veterinari e biologi provenienti da numerose università italiane ed estere. All’evento di apertura della kermesse hanno partecipato alcune tra le più importanti personalità locali e nazionali: presenti la ministra all’Università e Ricerca Anna Maria Bernini, il viceministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami, l’Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi e l’assessore comunale al Welfare Luca Rizzo Nervo

Video popolari

BolognaToday è in caricamento