In consiglio comunale bagarre su Dl Salvini, Cocconcelli (Lega) sbotta: 'Diarrea verbale'

Un ordine del giorno voluto dalla maggioranza contro il pachetto di norme del ministro dell'Interno finisce per irritare l'opposizione. M5S non vota, FI: 'Consiglio utilizzato per fare propaganda'

"Diarrea verbale e stitichezza concettuale". E' colorito il modo in cui la Lega di Bologna boccia l'odg approvato oggi dal Consiglio comunale, a maggioranza, per chiedere di sospendere il decreto Salvini su immigrazione e sicurezza.

Una mossa "strumentale", dichiara in aula la consigliera Mirka Cocconcelli: la sinistra "manca di realismo", perché "confonde il politicamente corretto e il politicamente praticabile". Perché "non esiste un valore assoluto dell'accoglienza. Perfino il Papa- aggiunge Cocconcelli- dice di accogliere, ma finché è possibile".

L'idea di presentare un odg per sospendere gli effetti di un decreto legge che interviene d'urgenza "fa ridere", afferma Marco Lisei di Fi. "Non tocca a me difendere questo Governo", continua Lisei, "ma sono stanco di vedere che il Consiglio comunale viene utilizzato per fare propaganda".

L'odg "è pertinentissimo", replica il capogruppo Pd, Claudio Mazzanti: oltre alle conseguenze sociali, "se il decreto non sarà sospeso vorrà dire che la collettività bolognese dovrà tirare fuori quattro milioni di euro ed è bene che i cittadini lo sappiano". Di fronte a certe "porcherie" del Governo, per Mazzanti "fanno bene i Consigli comunali a prendere posizione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capogruppo dem, poi, attacca il M5s: "Non hanno partecipato al voto e purtroppo non si è ripetuta l'esperienza di Torino. Almeno avessero avuto il coraggio di schierarsi a favore del provvedimento, ma invece non hanno neanche aperto bocca. Così come nello scorso Consiglio, per la solidarietà al sindaco di Riace, non erano proprio venuti in aula". Rispetto alle posizioni del Governo e in particolare della Lega, insomma, i grillini bolognesi "si accodano in modo abbastanza tartufesco e neanche prendono posizione", manda a dire Mazzanti. (Pam/Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Matrimonio da favola per Elettra Lamborghini: gli abiti da sposa, la torta e i fuochi d'artificio / LE FOTO

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Le sagre di ottobre da non perdere a Bologna e provincia

  • Covid, il giro di vite anti-contagio di Merola: mascherina obbligatoria nel weekend

  • Tari: come e quando pagarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento