Contagi Covid, Merola apre al coprifuoco: "Dura mettere più bus, meglio scaglionare gli ingressi"

Per il primo cittadino la priorità va data alla scuola e al lavoro

Virginio Merola apre ad un eventuale 'coprifuoco' a livello nazionale per fermare la seconda ondata della pandemia. L'obiettivo per il sindaco di Bologna è evitare il lockdown generalizzato: quindi ben venga col nuovo Dpcm una nuova stretta sulla movida e i divertimenti serali.

Le priorità sono invece salvare scuola e lavoro, oltre al sistema sanitario. "Visto come sta andando la curva della pandemia- dice Merola in una intervista concessa oggi a Radio Bruno- credo che dobbiamo essere pronti ad interventi anche più incisivi e rapidi, tutto quello che è possibile per evitare il OOOBRE  contagio va fatto".

Dpcm18 ottobre 2020 |  ecco le nuove misure approvate 

"Le nostre priorità -sottolinea il sindaco- devono essere il lavoro, la scuola e il sistema sanitario. Tutto il resto credo debba andare in secondo ordine. Poi se ci sarà un'ennesima chiusura dei locali, credo che il Governo abbia già in cantiere anche misure di indennizzo per queste attività".

Del resto è il sentiero battuto da Palazzo D'Accursio con le nuove ordinanze firmate ieri per la chiusura dalle 18 di piazza Verdi e piazza Aldrovandi. Negli spazi della zona universitaria occorre evitare che si assembrino "centinaia di persone", come sottolinea ancora il sindaco.

"E' necessario- dice Merola- cercare di evitare il più possibile gli assembramenti". Con queste misure, in vigore da questo pomeriggio, "si recintano parti di queste piazze dove si addensano gli assembramenti, è misura preventiva. Dobbiamo tutti comprendere di nuovo in fretta che bisogna mantenere le distanze fisiche, che bisogna mettere la mascherina e lavarsi le mani. Il principale contributo che possiamo dare alla lotta al Covid è questo".

I ragazzi, afferma ancora il primo cittadino di Bologna nell'intervista radiofonica, "sono molto provati da questa esperienza ma conto molto sulla loro collaborazione perché il Covid non possiamo pensare che esenti le fasce giovanili. Come ci comportiamo all'esterno è determinante".

Sul trapsorrto scolastico: "Difficile reperire nuovi mezzi, piuttosto favorire l'alternanza degli orari"

"Occorre assolutamente che sulla scuola si dia una priorità che impedisca il lockdown generale". dice poi Merola, che 'blinda' le scuole in presenza, soprattutto per i più piccoli. Il sindaco infatti a "distinguere ed entrare nel merito" delle diverse situazioni, lasciando una porta aperta alla didattica a distanza per i livelli di istruzione superiore. "Per quanto riguarda le fasce superiori -dice il primo cittadino- anche l'insegnamento a distanza fatto bene può essere utile".

"Reperire nuovi autobus credo che sarà abbastanza difficoltoso. Io mi concentrerei sul tema degli scaglionamenti degli orari, distinguendo tra i diversi gradi scolastici per riuscire ad evitare i picchi delle ore di punta". Bologna, ricorda a questo proposito il sindaco, "è una delle realtà dove si è investito molto sull'aumento delle corse, più di 200 aggiuntive sulle 5.000 giornaliere. Il rapporto coi privati funziona perché sono dentro Tper". Difficile però reperire altri mezzi in modo da potenziare ancora l'offerta.

Confronto governo Regione, Baruffi: "Nessun blitz in corso"

Le decisioni non arriveranno oggi e in ogni caso non c'è "nessun blitz in corso" sulle nuove misure anti-Covid. Lo garantisce Davide Baruffi, sottosegretario alla presidenza della giunta Bonaccini, durante il confronto tra il Governo e le Regioni "per valutare l'andamento epidemiologico e le misure necessarie per contrastare la diffusione del coronavirus".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma Baruffi assicura via social che "il confronto è aperto, le decisioni saranno assunte ancora una volta di concerto (non oggi), non c'è nessun blitz in corso". "È già sufficiente la preoccupazione per i dati sanitari, senza seminare ulteriore allarmismo per attività economiche, scuole, ecc. Alcuni giornali oggi non hanno fatto un buon servizio", scrive ancora Baruffi postando una foto della videoconferenza col Governo. (Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince 2 milioni di euro con l'ultimo 'Gratta e vinci', il tabaccaio: "E' uscito dicendomi 'ti farò un bel regalo"

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Nuova ordinanza Bonaccini, centri commerciali chiusi nel fine settimana: ecco dove

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento