Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Intascano aiuti covid senza titolo: sequestro da 400mila euro a due imprenditori

Evasione fiscale, una società di comodo e i ricavi dirottati sui conti correnti a Praga

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna hanno dato esecuzione alle misure cautelari a carico di 2 imprenditori, nei cui riguardi il G.I.P. del Tribunale ha disposto, sia il “divieto temporaneo di esercitare l’attività professionale di responsabile legale o amministratore di qualsiasi ufficio direttivo di impresa”, sia il sequestro preventivo, per un valore di oltre 400 mila euro.

I finanzieri bolognesi hanno scoperchiato una rete di 20 società amministrate da persone gravate da precedenti giudiziari e che hanno percepito indebitamente i contributi covid, le risorse pubbliche stanziate in seguito all’emergenza da coronavirus, omettendo di pagare le tasse.

L'Autorità Giudiziaria ha quindi disposto il divieto di esercitare l'attività contestualmente al sequestro preventivo di risorse finanziarie ottenuto percependo illecitamente i contributi e non versando l'Iva. 

Società di comodo

Per aggirare la legge, i due indagati si sono avvalsi di una società costituita per fornire manodopera iai cantieri navali operanti nei porti di Ancona e Taranto e di dirottare gli ingenti ricavi su conti correnti a Praga. Il trasferimento di fondi all’estero ha quindi evitato ogni forma di riscossione coattiva da parte dell'erario. 

Inoltre, tramite la società di comodo sono stati percepiti, nel 2021, contributi COVID, pari a circa 50 mila euro, prelevati dai due indagati per fini personali.

Nei giorni scorsi, le verifiche fiscali su quattro aziende bolognesi del settore della commercializzazione all’ingrosso di prodotti informatici, hanno portato i finanzieri del Comando Provinciale alla scoperta della cosiddetta "frode carosello", alla denuncia di 63 persone e al sequestro preventivo per 32 milioni di euro tra denaro contante, disponibilità bancarie, immobili e quote societarie nelle province di Bologna, Modena, Terni e Sassari: è l'operazione “Carry on sell".

Da Ferrari e Rolex al reddito di cittadinanza: contrabbandiere ancora nel mirino della GdF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intascano aiuti covid senza titolo: sequestro da 400mila euro a due imprenditori
BolognaToday è in caricamento