rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Zona Universitaria / Via delle Belle Arti

Controlli di polizia in zona U: ancora assembramenti, scattano anche arresti e denunce

A latere dei gruppi di giovani che hanno affollato le piazze una pattuglia di agenti in borghese si è vista offrire della droga

Gruppetti allontanati alla spicciolata, in vari punti della zona universitaria, e a latere anche un arresto e diverse denunce. E' il bilancio di questa notte della polizia, impegnata nei controlli anti-covid lungo via Zamboni, via Belle arti e largo Respighi, triangolo in zona U dove continuano a ritrovarsi decine di giovani per passare le ore precedenti il coprifuoco, in violazione delle norme anti-assembramento.

I gruppi sono stati dispersi poco prima delle 22, riunitisi anche in numeri consistenti dalle 50 alle 200 persone. L'episodio più sostenuto è invece successo in via Zamboni: qui alcuni agenti in borghese stavano transitando, quando un giovane 21enne in compagnia di un altro uomo, ha offerto loro del 'fumo'. A quel punto i poliziotti si sono palesati, scatenando la reazione di uno dei due, un 43enne cittadino marocchino con precedenti. Ne è seguito un parapiglia, dove un altro giovane di 26 anni si è frapposto al tentativo degli agenti di procedere all'arresto del 43enne. Alla fine per quest'ultimo si è proceduto con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, mentre per gli altri è scattata una denuncia.

Transenne in Piazza Scaravilli: "Qui il covid non esiste? Non servono, si sposteranno altrove"| VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli di polizia in zona U: ancora assembramenti, scattano anche arresti e denunce

BolognaToday è in caricamento