Controlli anti-movida in Saragozza: partono le prime multe ai clienti

Sanzionato anche il locale che nei giorni scorsi aveva dato il via a una campagna di disobbedienza civile contro la chiusura anticipata prevista dal nuovo Dpcm

Sono arrivate a stretto giro, come annunciato, le prime sanzioni ai clienti dei bar che disobbediscono al nuovo Dpcm e rimangono aperti dopo le 18. Carabinieri e polizia locale si sono infatti presentati ieri sera, puntando soprattutto in zona Saragozza, ma i controlli si sono stati estesi a decine di esercizi  pubblici tra la città e la provincia.

Di questi, alcuni sono stati trovati con le serrande aperte e con i clienti intenti a consumare. Sono quindi scattate le prime sanzioni, oltre che per i gestori, anche per i consumatori.

Un trentina i giovani identificati nel complesso durante i controlli in Saragozza. La titolare di un locale è stata sanzionata, mentre due clienti sono stati sanzionati perché non indossavano la mascherina di protezione. Sanzionato anche il titolare del locale che nei giorni scorsi era stato promotore di una campagna di disobbedienza civile contro il nuovo Dpcm e, appunto delle chiusure anticipate.

Le immagini della protesta di baristi e ristoratori in piazza Maggiore | VIDEO

Anche in provincia, i carabinieri di Borgo Panigale hanno staccato tre sanzioni, oltre che a denunciare per minaccia e oltraggio a un pubblico ufficiale un 53enne italiano, andato su tutte le furie, mentre era in corso la sanzione per la mascherina di protezione non indossata.

Nuovo Dpcm e proteste, l'oste contro corrente: "E se per uno spritz in più qualcuno si ammala?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento