Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Lite per un climatizzatore finisce nel sangue: uomo in ospedale con la testa rotta

BUDRIO. Un diverbio scaturito tra due mendicanti è degenerato: sono volate bottigliate ed uno dei due contendenti è finito in ospedale con la testa rotta, l’altro è stato denunciato per lesioni personali dolose aggravate

Un diverbio scaturito tra due mendicanti è degenerato: sarebbero volate delle bottigliate ed uno dei due contendenti è finito in ospedale con la testa rotta, menre l’altro è stato denunciato per lesioni personali dolose aggravate.
Ad avere guai con la giustizia è stato un 36enne nigeriano, identificato nel corso di un’indagine avviata il 18 dicembre scorso, a seguito di una querela sporta da un 30enne, anch’egli nigeriano, che riferiva di essere stato preso a bottigliate in testa da un connazionale mentre si trovava nel piazzale della Coop di Budrio per chiedere l’elemosina ai clienti del supermercato. Soccorsa dai sanitari del 118, la vittima è stata a dimessa con 21 giorni di prognosi.

 

Ricostruita la dinamica dei fatti, gli inquirenti hanno scoperto che i due nigeriani, entrambi mendicanti domiciliati a Budrio, si conoscevano da tempo e di recente il 36enne aveva preso in prestito un climatizzatore portatile dalla vittima, senza più restituirglielo. E’ probabile che la lite, nata al termine di una violenta discussione, sia nata proprio per quel motivo anche se il 36enne, sentito dai Carabinieri, avrebbe smentito la versione dell’amico, confermando la discussione, ma negando l’aggressione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per un climatizzatore finisce nel sangue: uomo in ospedale con la testa rotta

BolognaToday è in caricamento