Cronaca

Nasce il Coordinamento nazionale antimovida: i Comitati bolognesi in un incontro a Milano

'Noi ci saremo!': il 19 febbraio Comitati cittadini da tutta Italia per fondare il Coordinamento Nazionale anti movida selvaggia e degrado

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday
Noi ci saremo! ASSOCIAZIONE VIA PETRONI - COMITATO AL CRUSEL - COMITATO PIAZZA SAN FRANCESCO
Comunicato stampa
A Milano, al Teatro alle Colonne di San Lorenzo, mercoledì 19 febbraio alle ore 11 - 14.30 Comitati cittadini da tutta Italia si incontrano per fondare un Coordinamento Nazionale anti movida selvaggia e degrado.
Rappresentanti di comitati di cittadini e associazioni che in tutta Italia subiscono i negativi effetti collaterali della movida selvaggia e alcune organizzazioni culturali e ambientali confluiranno a Milano il 19 febbraio per partecipare al primo incontro mai svolto sul tema nel nostro Paese.
Arriveranno da Bologna, Firenze, Torino, Genova, Brescia, Lecce e da tante altre città italiane e si confronteranno sul fenomeno, le esperienze, le possibili soluzioni. I problemi? Gli stessi segnalati invano da anni: lʼannullamento del diritto al riposo, il degrado dei quartieri interessati con conseguente calo dei valori immobiliari, i monumenti storici e artistici deturpati e un generaleimpoverimento della socialità in tutta Italia.
Verrà dunque lanciato un appello nazionale alle istituzioni amministrative culturali e religiose, che richiamerà temi come il problema dellʼalcolismo giovanile, la ricerca di un dialogo stimolante anche con le organizzazioni commerciali sulle regole della vita notturna, la moratoria dellʼapertura di nuovi locali nei centri storici, il divieto di bere fuori dai locali dopo le 22 in linea con i Paesi più responsabili. Per realizzare finalmente anche in Italia, come già avviene in tutta Europa, modalità di divertimento sotto il segno della civiltà, della legalità e del rispetto dei diritti tutelati dellaCostituzione.
"Le nostre sono richieste di buon senso e civiltà", dicono dal nascente Coordinamento. "Lavoro e impresa sono fondamentali, ancor più in una situazione di crisi. Ma possono e devono essere tutelati nel rispetto della convivenza democratica".
Lʼincontro verrà aperto da una lettera di Massimo Cacciari sulla situazione insostenibile alle Colonne di San Lorenzo a Milano: "non ha senso un accampamento intorno ai monumenti . Ma scherziamo? Come lasciare aperto il Colosseo di notte con la gente che va dentro a bere la birra. Eʼ come vedere dei bivacchi in piazza san Pietro. Roba dellʼaltro mondo." "Non vogliono fare nulla perchè la lobby dei locali porta voti" tuona lo psichiatra Paolo Crepet in una video-intervista realizzata per lʼincontro "E intanto il rischio è di uccidere una generazione".
"Vorrei denunciare la situazione di degrado, consentito passivamente da adulti e istituzioni, di molti giovani della diocesi che si riuniscono sul sagrato del Duomo per dedicarsi a sbronze di alcol", spiega il vescovo di Ferrara, Monsignor Luigi Negri.
Conclude il giornalista Michele Serra "Mi domando spesso se sia strutturale oppure passeggera questa ossessione per il frastuono. Dormire non è come morire: dormendo ci si ritrova, ci si ricrea e si sogna. Il vero incubo è il divertimento obbligatorio".
Per Info: Comitato ospitante La Cittadella cell. 3351321749 e-mail: comitatolacittadella@gmail.com
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il Coordinamento nazionale antimovida: i Comitati bolognesi in un incontro a Milano

BolognaToday è in caricamento