Cronaca

"Coprifuoco" posticipato e nuove riaperture: oggi la Cabina di Regia, crollo di contagi e ricoveri a Bologna

Il nuovo decreto potrebbe contenere la ripartenza dello sci, delle cerimonie e la riapertura dei centri commerciali nel week end. Per le palestre invece si attende il primo giugno, così come per le piscine al chiuso

Oggi la riunione della Cabina di Regia del governo per fissare le nuove misure del decreto che porterà a nuove divieto di spostamento dopo le 22 (coprifuoco). L'intenzione è quella di allungare l'orario a partire da lunedì 24 maggio, alle 23 o alle 24. 

Il nuovo decreto potrebbe contenere la ripartenza dello sci, delle cerimonie e la riapertura dei centri commerciali nel week end. Per le palestre invece si attende il primo giugno, così come per le piscine al chiuso. Si pensa invece di attendere ancora per i parchi divertimento, che dovranno attendere luglio perché attualmente si ritiene troppo rischiosa la gestione contemporanea di migliaia di persone, la gran parte dei quali giovanissimi e quindi molto probabilmente non ancora vaccinati. Nessuna modifica in vista invece per eliminare le mascherine all'aperto. 

In Emilia-Romagna, come nel resto del paese, i contagi sono in discesa come il numero di ricoveri. negli ospedali della regione i ricoveri nei reparti di terapia intensiva sono al 21%, mentre quelli nelle aree non critiche si attestano al 16%, ben sotto la soglia critica del 30 e 40%, individuata dal Ministro della Salute.

Coronavirus, il bollettino: contagi sotto quota 100 a Bologna

Continua anche la discesa dei contagi, che ieri a Bologna sono stati 92, 452 in regione. Scende anche l'età media dei nuovi contagiati che si attesta 37,3 anni. 

Coprifuoco, le ipotesi 

Alle ore 23 o 24? Probabilmente la lancetta si sposterà solo di un'ora per un paio di settimane e poi arrivare a mezzanotte per il mese di giugno. Governo e Regioni avevano già trovato l’accordo per un primo prolungamento alle 23 ma i dati positivi dell’ultimo monitoraggio potrebbero portarlo alle 24 per poi cancellarlo del tutto dalla metà di giugno.

Cerimonie ed eventi

La ripartenza del settore è prevista per il 15 giugno con nuovi protocolli che prevedono, negli eventi con un alto numero di invitati, la richiesta del green pass: ovvero il certificato di doppia vaccinazione, di guarigione o di tampone negativo. Il green pass potrebbe essere richiesto anche per partecipare ad altri eventi, sportivi o culturali, come spettacoli e concerti.

Vaccini anti coronavirus, al via le prenotazioni per la fascia dei quarantenni 

Palestre, si parte il 1° giugno: "Stiamo riaprendo sì, ma è il coperchio della nostra bara"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coprifuoco" posticipato e nuove riaperture: oggi la Cabina di Regia, crollo di contagi e ricoveri a Bologna

BolognaToday è in caricamento