Covid, il 1° maggio ai tempi della pandemia: monitor e tv sostituiscono la piazza

No alle gite fuori porta, agli incontri in Piazza Maggiore, agli eventi. E' proprio un 1° maggio anomalo quello 2020, nel'anno della pandemia da coronavirus. 

No alle gite fuori porta, agli incontri in Piazza Maggiore, agli eventi. E' proprio un 1° maggio anomalo quello 2020, l'anno della pandemia da coronavirus. 

Il tradizionale "concertone" che riempie ogni anno di migliaia di persone Piazza San Giovanni è stato rimpiazzato da un format televisivo, pur con la partecipazionedi grandi artisti

I segretari generali Maurizio Lunghi (Cgil Bologna), Danilo Francesconi (Cisl Area metropolitana bolognese) e Giuliano Zignani (Uil Emilia Romagna e Bologna), sono intervenuti in collegamento, dalle ore 10.30 alle ore 11.30, in diretta Facebook, per una riflessione su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ripresa produttiva ed emergenza sanitaria, con il saluto il sindaco Virginio Merola e dell’arcivescovo di Bologna, card. Matteo Zuppi. 

"Insieme dobbiamo ricominciare e dobbiamo farlo unendo il mondo del lavoro - ha detto Virginio Merola - perché non possiamo pensare di ricominciare senza combattere il lavoro precario, il lavoro nero, senza ridurre ancora di più le tasse sul lavoro. Un altro pensiero mi sta a cuore: noi non dobbiamo convivere con il virus, dobbiamo lottare contro questo virus. Per questo la salute dei lavoratori è la prima misura economica che dobbiamo portare avanti senza farci dividere tra chi vuole aprire prima e chi dopo. Buon primo maggio e buona festa delle lavoratrici e dei lavoratori a tutte e tutti". 

"Dobbiamo ricostruire, con tanta umiltà e con tanto futuro, perché non c'è solo qualche aggiustamento da fare, ma siamo davanti a una grande opportunità per ricostruire, nel segno di una nuova solidarietà che sappia essere umile e piena. Dobbiamo costruire un'economia diversa". Questo l'augurio dell'arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi: "Se ne esce insieme e con la solidarietà anche di fronte alla povertà che ci sarà, visto che tanti italiani ne usciranno impoveriti e indebitati: cresce il numero degli indigenti e quindi deve crescere la solidarietà. Ma anche il riconoscimento e la regolarizzazione dei lavoratori è un diritto, anche per impedire lo sfruttamento. E- ha poi aggiunto - c'è anche il dovere di non evadere le tasse: una lotta all'evasione fiscale è anche una lotta per il lavoro.
Solidarietà, speranza, senso di comunità rifioriscono in questi giorni, perché da solo non si salva nessuno. E se anche l'Europa riscoprisse questa prospettiva, riscoprirebbe le radici dell'inizio".

Più bolognese "Il volo del colibrì. Speciale 1° maggio Festa dei Lavoratori". Dalle ore 15 di oggi 1° maggio, il programma di social TV promosso dal Comune di Bologna e Fondazione per l’Innovazione Urbana, insomma una maratona in live streaming sul tema dello spettacolo dal vivo. Interverranno live anche gli assessori del Comune di Bologna Matteo Lepore e Marco Lombardo e della Regione Emilia-Romagna Mauro Felicori e Vincenzo Colla e i rappresentanti dei sindacati.

"L’epidemia ci ha tolto la possibilità, per ora, di essere insieme per strada. Ma noi teniamo duro e celebriamo la Festa dei Lavoratori e delle Lavoratrici a fianco di chi ci è stato vicino in queste settimane; lo facciamo con il Volo del Colibrì insieme ai tanti artisti che sono “venuti” fin dentro le nostre case a offrirci riflessioni, intrattenimento, evasione, speranza. Anche grazie a loro abbiamo tenuto insieme la nostra comunità - ha scritto in una nota l'assessore comunale alla cultura Matteo Lepore - a Bologna abbiamo l’ambizione di dimostrare che la cultura è lavoro. Lo sappiamo grazie ai professionisti che, dietro le quinte si mettono al servizio degli altri. “The show must go on” è grazie a loro. Fonici, tecnici luci, maestranze, figure essenziali della filiera produttiva dello spettacolo; molti sono ancora esclusi dalle tutele per l’emergenza coronavirus nonostante lo spettacolo dal vivo sia uno dei settori più colpito dall’emergenza". 

Partecipano Francesco Guccini che dialoga con il musicista Jimmy Villotti, gli Stadio, Lo Stato sociale, Red Ronnie, Gian Luca Farinelli direttore della Cineteca di Bologna in conversazione con il celebre fumettista Altan, Andrea Bassi Dj, Federico Mutti di Bologna Jazz Festival, il comico Vito, Eva Robin’s, Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi di Ateliersi, Elisa Pagani per DNA Dance Company, Nicola Borghesi di Kepler452, Pietro Floridia di Cantieri Meticci e Tommaso Ussardi direttore dell’Orchestra Senzaspine. Tra le videoclip registrate per la trasmissione, un appello dell’attrice Lella Costa, il saluto di Samuele Bersani, Frankie hi-nrg, i contributi musicali dei Modena City Ramblers, Paolo Fresu, Federico Poggipollini, Celso Valli e di molti interpreti della scena indie tra cui Cimini, Giovanni Truppi e Gente insieme a Parix Hilton.

Poi, come ogni fine settimana in tempi di pandemia, sono diversi gli eventi ai quali prendere parte, rimandendo a casa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diffuso in anteprima alle 11 di oggi sulle pagine facebook di Home Movies e nell’ambito della campagna #laculturanonsiferma, "Primo maggio a colori", pellicola girata nel 1951 a Bologna dal cineamatore Angelo Marzadori: visibile sulle pagine Facebook degli organizzatori (Home Movies, Le Serre dei Giardini Margherita, Kilowatt, Ferrara Sotto le Stelle Festival) e sonorizzato con un brano originale di IOSONOUNCANE. Si tratta di un inedito proveniente dagli archivi di Home Movies - Archivio nazionale del film di famiglia di Bologna, la prima pellicola a colori sulla Festa dei lavoratori e di una produzione tutta bolognese: Home Movies – Archivio Nazionale del film di famiglia, Kilowatt, Le Serre dei Giardini Margherita, in collaborazione con Istituto Storico Parri, Ferrara Sotto le Stelle e Trovarobato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Matrimonio da favola per Elettra Lamborghini: gli abiti da sposa, la torta e i fuochi d'artificio / LE FOTO

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento