Coronavirus, operatore 118: "Un po’ di riconoscimento per autisti e soccorritori"

La testimonianza di un operatore che ha scelto di rimanere anonimo: "Non voglio essere un eroe, nell’affrontare questa sfida siamo tutti uguali"

"In questi giorni la rete, i social e le televisioni, imperversano con lodi ed elogi a Medici e Infermieri, persone fantastiche ed essenziali ma vorrei far capire alla gente che insieme ad essi lavorano altre categorie anch’esse fondamentali nel sistema Sanitario, OSS, Autisti Soccorritori, Soccorritori e addetti alle pulizie, oltre agli ospedali esiste il servizio di Emergenza Territoriale (il 118) ed il Trasporto infermi ed intraospedaliero". Così in una lettera inviata a Bologna Today da un operatore della Croce Rossa che ha scelto di rimanere anonimo "perché non voglio essere un eroe, ma perché nell’affrontare questa sfida siamo tutti uguali", spiega. 

"Nella realtà Bolognese operano ogni giorno decine di mezzi (ambulanze, pulmini, automezzi) in convenzione con il SSN ed il 118, mezzi con a bordo Operatori Sanitari, professionisti quali Infermieri, Autisti Soccorritori e Soccorritori, dipendenti formati appositamente per questo lavoro, così come previsto dalla delibera Regionale del 2009, professionisti che ogni giorno operano sulle Ambulanze ed altri mezzi, mettendo a rischio la propria persona quando chiamati a soccorrere qualcuno, correndo a Sirena per la citta, quando chiamati a trasportare qualcuno potenzialmente infetto o contagioso, quando chiamati in situazioni di catastrofe o semplicemente quando arrivati sul posto veniamo aggrediti dalle persone (come già più volte successo)".

Sfide quotidiane quindi, soprattutto in queste settimane "siamo chiamati ad affrontare questo nemico invisibile, abbiamo rinunciato alle nostre ferie, spesso rinunciamo al giorno di riposo per fronteggiare la maggio richiesta di mezzi da parte del SSN e 118, non siamo Eroi, siamo professionisti, abbiamo paura ma è il nostro lavoro, andiamo a casa dalla gente e sui luoghi di lavoro, senza sapere se chi troviamo davanti a noi ha contratto il virus o meno", continua la lettera "nonostante tutto, ogni giorno come abbiamo sempre fatto andiamo al lavoro con la consapevolezza del rischio che corriamo, ma è ciò per cui ci hanno formati, è il nostro lavoro, la nostra vita e lo affrontiamo da professionisti. Con questo vorrei ringraziare ciò che fanno Medici ed Infermieri all’interno degli ospedali, Pronto Soccorso e strutture Sanitarie, ma vorrei solo un po’ di riconoscimento per me ed i miei colleghi, Autisti Soccorritori, Soccorritori, Infermieri e Medici, che operano da professionisti a bordo delle Ambulanze, Automediche, Pulmini ed altri mezzi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, aggiornamento Emilia-Romagna: 6.705 positivi (+737), 8 morti nel bolognese

Coronavirus, ecco com'è nata l'idea del ventilatore multiplo | VIDEO

Coronavirus, c'è l'accordo con gli ospedali privati: 4mila posti, 95 di terapia intensiva

Coronavirus, anche a Bologna arriva l'esercito per i controlli

Coronavirus, la commissaria Ausl: "A Bologna è iniziata la fase più acuta"

Coronavirus, farmaci senza ricetta: l'Emilia-Romagna prima in Italia

Coronavirus e norme anti-contagio, controllati dai carabinieri in 7600: 450 denunce

Affitto gratis a infermiere Covid-19: "Volevo essere utile, ora Bologna mostri di che pasta è fatta"

Coronavirus, Venturi: "Un ventilatore polmonare per più pazienti, una bella notizia che ci riempie di orgoglio"

Coronavirus, Venturi sbotta: "Centinaia di morti e ancora si lamentano per la corsetta" | VIDEO

Coronavirus, in zona rossa a Medicina: check-point e aiuti ai cittadini | VIDEO

Coronavirus, nuova ordinanza: parchi chiusi, bici e passeggiate solo vicino casa

VIDEO| Il direttore malattie infettive: "Se non state in casa, la sanità va in ginocchio"

Coronavirus, mappa interattiva: casi, incidenza per provincia, terapia intensiva

Coronavirus, cambia l'autocertificazione per uscire: il nuovo modulo

Coronavirus, il presidente Bonaccini: "State a casa o sarà davvero una tragedia"

Coronavirus e solidarietà: "Mi alzo alle 4 per regalare la colazione a medici e infermieri"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

  • Coronavirus, A Bentivoglio le maschere da snorkeling diventano respiratori e protezione per i medici

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 27 marzo: i dati, comune per comune

Torna su
BolognaToday è in caricamento