rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Castello d'Argile

"Coronavirus a Castello D'Argile", ma è una bufala: il sindaco sporge denuncia

Un articolo fotoritoccato aveva preso nelle scorse ore a girare per i gruppi social locali, scatenando il panico. Erriquez: "Ho espresso solidarietà e ho brindato alla tua guarigione dal virus dell'imbecillità"

"Coronavirus, primo caso in provincia di Bologna a Castello d'Argile". Ma è una fake news, che qualcuno ha deciso di preparare con cura creando una finta pagina online de 'Il Resto del Carlino', che nelle scorse ore ha preso a circolare su Facebook e Whatsapp, nei gruppi di residenti dei comuni della Bassa.

Una notizia, come però ha chiarito sia lo stesso quotidiano che il sindaco di Castello, Alessandro Erriquez, del tutto falsa e infondata.

Nel finto articolo del quotidiano, abilmente ritoccato, si citano anche il nome e l'iniziale del cognome del paziente "risultato positivo", spiegando che si tratta del dipendente di un bar.

Ma, assicura il sindaco, non c'è nulla di vero. "Notizia falsa", mette in chiaro Erriquez: "In queste ore sta circolando su Facebook una falsa pagina de 'Il Resto del Carlino' riportante la notizia di un caso di Coronavirus a Castello d'Argile. Di quanto sta accadendo ho informato le forze dell'ordine e la redazione del quotidiano" (che intanto, sul proprio sito, dà conto della vicenda sottolineando che quella fatta circolare è una "falsa pagina", frutto di un gesto "irresponsabile").

Scrive ancora Erriquez: "A tutela della Comunità argilese ho chiesto senza indugio di fare il possibile per individuare l'irresponsabile che ha compiuto questo ignobile gesto".

Sul caso interviene il parlamentare Francesco Critelli (Pd): "Solo dei cretini delinquenti possono inventarsi una falsa pagina di un quotidiano per annunciare un finto caso di coronavirus in un paese della nostra pianura. Solidarietà al sindaco Erriquez e a tutta la comunità di Castello d'Argile. Cerchiamo di non perdere la testa e di avere fiducia nel prezioso lavoro delle autorità competenti a tutti i livelli".

Poche ore dopo lo stesso primo cittadino ha informato di avere deposto denuncia ai carabinieri, e si è ritratto in posa con i gestori del bar oggetto dell'articolo stesso -gestito da due cittadini cinesi. "Ho espresso solidarietà e ho brindato alla tua guarigione dal virus dell'imbecillità", si legge nel post.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coronavirus a Castello D'Argile", ma è una bufala: il sindaco sporge denuncia

BolognaToday è in caricamento