Coronavirus Emilia-Romagna: +37 positivi, nel Bolognese 14

In provincia di Bologna otto persone erano già in isolamento domiciliare al momento del tampone. I casi di rientro dall’estero sono cinque

Sono 37 i nuovi casi positivi al coronavirus oggi 13 agosto in Emilia-Romagna, + 523 quelli registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Numeri simili a quelli di ieri (+ 41) rispetto a un numero di tamponi però inferiore, 7.168, nelle 24 ore precedenti erano 7.700. Bologna continua ad essere la provincia con più casi: 14. 

Bollettino Emilia-Romagna 13 agosto

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 30.257 casi di positività; dei 37 nuovi positivi, 20 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di tracciamento e screening regionali. Sul totale dei nuovi casi, più della metà (20) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone.

I casi riconducibili a focolai già noti sono 17, 14 quelli collegati a vacanze o rientri dall’estero. Dei 20 asintomatici, sette sono stati individuati grazie all’attività di tracciamento, 13 invece sono stati diagnosticati per merito dei diversi screening messi in campo dalla Regione: dai controlli pre-ricovero ai test specifici per le categorie lavorative più a rischio fino ai controlli per chi rientra dall’estero e si ritrova in isolamento fiduciario.

La situazione a Bologna e provincia 13 agosto

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano a Bologna (14). Sul totale dei nuovi positivi individuati in provincia di Bologna, più della metà (otto casi) erano già in isolamento domiciliare al momento del tampone, e complessivamente sono 10 quelli riconducibili a focolai già noti. I casi di rientro dall’estero sono cinque, di cui due di ritorno dalla Romania mentre gli altri tre erano stati in vacanza rispettivamente in Croazia, in Spagna e a Malta.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. I tamponi effettuati ieri sono 7.168, per un totale di 752.657. A questi si aggiungono anche 1.348 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.827 (20 in più di quelli registrati ieri). Invariato fortunatamente il numero di decessi, che resta 4.298. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.744 (+19 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi.

Restano quattro i pazienti in terapia intensiva, mentre sale il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 79 (+uno). Le persone complessivamente guarite salgono a 24.132 (+17 rispetto a ieri): 91 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.041 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Casi per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.683 a Piacenza (+3, di cui 1 sintomatico), 3.819 a Parma (+5, di cui 2 sintomatici), 5.187 a Reggio Emilia (+6, di cui 2 sintomatici), 4.208 a Modena (+4, di cui 3 sintomatici), 5.413 a Bologna (+14, di cui 5 sintomatici); 438 casi a Imola (invariato), 1.104 a Ferrara (invariato); 1.200 a Ravenna (+3, tutti sintomatici), 999 a Forlì (invariato), 852 a Cesena (+1, sintomatico) e 2.354 a Rimini (+1, non sintomatico)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento