Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il sindaco mangia cinese: "Venite a pranzo, non c'è nessun pericolo" | VIDEO

Il sindaco Virginio Merola a pranzo con Confesercenti al ristorante Singapore Asian Fusion di via Marsala

 

L'iniziativa, organizzata da Confesercenti, è nata per combattere la psicosi da coronavirus che sta colpendo anche Bologna e che ha delle ripercussioni sui ristoratori cinesi e asiatici.

Coronavirus, un giro tra negozi e ristoranti cinesi. Una studentessa: "A volte mi chiamano come il virus" | VIDEO

"Invito tutti a seguire le informazioni e a non perdersi nei tanti rivoli di Facebook – afferma il sindaco –  perché questa volta davvero non scherziamo: la competenza scientifica è il nostro punto di riferimento. Il che non vuol dire escludere in modo non dimostrato e infondato la ristorazione cinese: il virus non si trasmette con il cibo, non c'è alcun pericolo".

Bacia i cinesi contro la psicosi da Coronavirus: "L'ignoranza è il virus più pericoloso" | VIDEO

Tra turismo e fiere, le ricadute economiche del coronavirus su Bologna sono già prevedibili, primo tra tutti il Festival dell'Oriente, annullato dopo che la tappa milanese ha fatto registrare un dimezzamento dei visitatori.

Solo a Bologna e provincia, bar e ristoranti gestiti da cinesi sono circa 400 e le ripercussioni si fanno già sentire: "Parliamo in alcuni casi anche del 50% di cali della clientela – afferma Luca Qiu, imprenditore cinese, ceo di Value China – ma è un calo ingiustificato innanzitutto perché le reti di fornitura dei ristoranti cinesi sono le stesse di quelle dei ristoranti italiani".

"È già una buona notizia che sia stato isolato il virus – continua Merola – i tempi della scoperta di un vaccino speriamo che siano accelerati il più possibile. A questo si aggiunge il fatto che abbiamo conseguenze per la caduta della produzione cinese sull'export del petrolio, che sta già scombinando i giochi a livello mondiale. Quindi l'augurio è che si trovi al più presto il vaccino e soprattutto che ci sia un'informazione tempestiva e coordinata attraverso l'Oms".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento