Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus e case popolari, Acer mette in guardia contro le truffe su mascherine e sanificazioni

Nessun addetto Acer è autorizzato a entrare in casa con la motivazione di pulire i locali

"Acer non sta mandando in giro operatori per fare sanificazioni o distribuire mascherine". E' quanto dichiara in una nota Acer. Al presidente Alberani e al vice presidente Bertuzzi, presenti in sede, sono giunte in queste ore segnalazioni preoccupanti di tentativi di truffa a danno dei propri utenti.

“Ci è stato comunicato che alcuni malintenzionati si presentano con la mascherina alla porta dei nostri inquilini dicendo di essere mandati da Acer per fare disinfestazione contro il Covid-19 –dice il presidente– Non c’è nulla di vero e non si deve aprire a persone che si presentano con queste modalità.

La raccomandazione è quella di respingere chiunque si presenti con simili motivazioni. "Avendo ricevuto segnalazioni di troppo movimento in alcuni condomini da parte di persone non residenti -conclude la nota- si raccomanda agli inquilini di non sostare nelle corti e negli spazi comuni, di non ospitare persone estranee al nucleo e di evitare di ricevere visite da parte di amici e parenti se non per ragioni di cura e di assistenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e case popolari, Acer mette in guardia contro le truffe su mascherine e sanificazioni

BolognaToday è in caricamento