Test nelle case protette, Venturi: "Bene, ma quelle private paghino"

Il commissario per l'emergenza mette in conto anche una "riflessione profonda" sulle case di riposo una volta che l'epidemia sarà cessata

Sì ai test sierologici per individuare contagi da covid-19 nelle case protette. Ma per quelle private "evidente che si dovranno fare accordi e convenzioni, per il semplice motivo che la responsabilità anche dei costi è del privato".

Lo sottolinea il commissario per l'emergenza coronavirus in Emilia-Romagna, Sergio Venturi. Questo, spiega durante la diretta Facebook di oggi per gli aggiornamenti sull'epidemia, "mi sembra sia uno spartiacque necessario, visto che non è affatto gratuito il servizio per gli anziani che si fanno ospitare" in quelle strutture.

Anziani, che del resto, "hanno gli stessi diritti rispetto a quelli ospitati altrove". Più in generale, Venturi mette in conto anche una "riflessione profonda" sulle case di riposo una volta che l'epidemia sarà cessata.

"ll sistema socio-sanitario- afferma l'ex assessore regionale alla Sanità- avrà bisogno necessariamente di una riconsiderazione rispetto al tema della sicurezza. Oggi stiamo entrando di forza all'interno delle case protette proprio per ristabilire condizioni di sicurezza. E' evidente che dovremo stabilire requisiti nei quali alcuni elementi di sicurezza li dovremo garantire direttamente noi e non le Unioni dei Comuni", a cui fanno riferimento gran parte di queste strutture. Nel caso una epidemia del genere si ripeta "non si puo' rincorrere questo sistema per metterlo in sicurezza", sottolinea ancora il commissario.

Punta i fari sulle rsa anche il Movimento 5 stelle in Regione, che chiede "controlli più stringenti". "Le situazioni molto critiche che si stanno verificando anche in diverse Rsa dell'Emilia-Romagna, legate all'emergenza coronavirus- scrive in una nota la consigliera regionale Silvia Piccinini- devono spingere la Regione a prevedere regole e controlli ancora più stringenti per questo tipo di strutture".

Per questo "facciamo nostro l'appello lanciato da Cittadinanzattiva per garantire nelle rsa il massimo livello di sicurezza sia per gli ospiti che il personale sanitario e non, di queste strutture".

"Purtroppo negli ultimi giorni anche in Emilia-Romagna sono stata diverse le Rsa dove sono stati riscontrati casi di coronavirus, anche gravi- aggiunge Piccinini- crediamo che sia necessario provvedere, oltre a quello che si sta già facendo, a stilare dei piani straordinari per cercare di contenere il contagio.

In primo luogo garantendo al personale che lavora in queste strutture tutti gli strumenti di protezione individuale ma soprattutto applicando, per quanto sia possibile modelli di gestione del rischio così come avviene per gli ospedali. L'obiettivo primario- conclude la consigliera- deve essere quello di salvaguardare il più possibile chi si trova nelle rsa, garantendo anche la massima trasparenza nei confronti dei familiari degli ospiti". (Bil/ Dire) 

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 1° aprile: 713 nuovi contagi, altri 88 morti

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 1° aprile: i dati comune per comune

Coronavirus, ecco i buoni spesa del Comune: da 150 e 600 euro, si richiedono dal 2 aprile

Coronavirus, nel reparto di terapia intensiva del Sant'Orsola: "L'emergenza continua" | VIDEO

Coronavirus, bimbo nato da mamma positiva. Intervista al neonatologo Fabrizio Sandri

Coronavirus, requisite a Bologna 50mila mascherine e 13mila dispositivi medici

Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

Coronavirus, click day bonus 600 euro per gli autonomi: ma il sito Inps è bloccato

Coronavirus, Lamborghini si converte: mille mascherine e 200 visiere al giorno per il Sant'Orsola

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento