Covid nei centri anziani, Asp: "Situazione migliora", ma è 'giallo' positivi in via di Saliceto

Tre operatori risultati nuovamente positivi al virus, dopo aver avuto il tampone negativo. "Forse sono false rilevazioni". Migliora nettamente la sitiuazione nelle altre Rsa

Rientri filtrati in apposite sezioni e molta prudenza. E' la sintesi di quello che sta accadendo nelle strutture di assistenza anziani gestite da Asp Bologna, che comunica la situazione in un bollettino. Dopo i mesi di marzo e aprile che hanno rappresentato una durissima prova per tutto il sistema, la società pubblica di servizi alla persona fa il bilancio dei primi di giugno.

Sono già almeno tre le strutture “Covid Free”: si tratta di Via Roma (Cra e Casa di riposo) e del Centro Servizi Lercaro. New entry la struttura di Via Albertoni, dove -recita una nota di Asp- "non ci sono più operatori ed ospiti positivi, ricoverati o in isolamento".

In generale un po’ tutte le strutture residenziali, Asp segnala di un "costante flusso" di ospiti (18 totali questa settimana) dimessi dalle strutture ospedaliere in quanto dichiarati guariti ma inseriti in specifiche zone 'filtro' prima di restituirli completamente alla quotidianità. "A questi numeri così incoraggianti per Saliceto -spiega l’Amministratrice Unica di ASP Rosanna Favato- vanno aggiunti anche i 26 residenti che si sono negativizzati in questo periodo e che ci fanno guardare con un certo ottimismo al futuro".

Coronavirus nelle case anziani Asp: 'giallo' in via di Saliceto

Rimane sotto osservazione il centro di via di Saliceto, pesantemente colpito nelle settimane scorse, dove si susseguono i rientri degli ospiti dagli ospedali insieme alla rilevazione di un notevole numero di ospiti negativizzati.

Nonostante questi dati estremamente positivi -sottolinea Asp- c’è da registrare la positivizzazione di sei operatori Asp in servizio proprio a Saliceto. Per tre di questi -sottolinea Asp- tra l’altro, bisognerebbe parlare di ri-positivizzazione, in quanto si tratta di personale già in possesso di tamponi negativi.

“La situazione ha fatto scattare tutte le precauzioni previste -continua Favato- ma contestualmente stiamo portando avanti, in stretto accordo con il Dott. Pandolfi ed il Servizio di Sanità Pubblica dell’ASL di Bologna, tutta una serie di accertamenti per avere un quadro incontrovertibile della situazione. Vogliamo capire se gli esami svolti sono tra loro congrui o se ci troviamo in presenza di false rilevazioni o, addirittura, di mero errore materiale. Lo stesso servizio di Sanità Pubblica, poi, ha riconosciuto in quanto accaduto alla CRA di Saliceto importanti profili di unicità, tanto da mettere in campo uno specifico protocollo di studio.”

Parallelamente alla situazione delle CRA che muovono ad un certo ottimismo, va segnalata anche la predisposizione degli accordi tra Direzione e Organizzazioni Sindacali per gestire la quotidianità delle tante attribuzioni operative di ASP per la fase attualmente in essere. Nella giornata di Venerdì prossimo, infatti, dovrebbero essere siglati specifici protocolli che disciplineranno le seguenti aree:

1)     Rientro coordinato del personale impiegato negli uffici amministrativi tenendo comunque in essere la pratica dello smart working ove possibile;

2)     Sopralluoghi e attività tecniche connesse al patrimonio immobiliare;

3)     Metodiche da applicare negli interventi domiciliari;

4)     Sanificazione degli ambienti e delle strutture;

5)     Operatività degli uffici che verranno aperti al pubblico nei prossimi giorni.

La campagna di solidarietà

Partita lo scorso 25 marzo, questa iniziativa di enorme importanza mira a sensibilizzare tutta la comunità bolognese di quali siano i bisogni che ASP deve affrontare quotidianamente nella cura della parte più fragile e vulnerabile della nostra società: gli anziani. “A tutte queste persone rivolgo il più sincero ringraziamento - conclude Rosanna Favato - ma al tempo stesso continuo a chiedere aiuto e risorse a tutta la città per aiutarci a curare e preservare la parte più debole e bisognosa della società: i nostri anziani”.

Coordinate bancarie codice IBAN: IT75L0200802461000105890288
Intestato a: ASP Città di Bologna
Causale bonifico: EMERGENZA CORONAVIRUS
Inviare una mail a direzione@aspbologna.it per certificazione ai fini fiscali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le donazioni a favore di ASP sono fiscalmente deducibili o detraibili ai sensi di quanto previsto dell’art. 4 punto 7 del decreto legislativo 4 maggio 2001 n. 207.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

Torna su
BolognaToday è in caricamento