Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Cisl: "Pensiamo ad una fase 2 anche per gli anziani" | VIDEO

Il sindacato dei pensionati della Cisl dell'Emilia-Romagna, Fnp, sprona la ricerca di soluzioni per ridare prospettiva agli anziani

 

Invece di pensare di tenerli ancora un po' a casa, servirebbe insediare gruppi 'di studio', di saggi ed esperti, che aiutino a capire come gli anziani possono riprendere la loro vita 'normale' ai tempi del coronavirus. O anche solo ad avere una loro fase 2. Dopo aver detto che sarebbe una "inaccettabile discriminazione sull'età" decidere di prolungare lo stare a casa della terza età, il sindacato dei pensionati della Cisl dell'Emilia-Romagna, Fnp, sprona la ricerca di "intelligenze" e soluzioni anche per ridare prospettiva agli anziani.

"Dobbiamo concentrarci e chiedere che, accanto ai tanti comitati fatti e ai tanti esperti chiamati a vedere e dire come sarà il futuro, si metta in campo un'azione decisa" sulla terza età, riunendo "le persone che già lavorano su questo settore e anche le intelligenze migliori che ci sono, per determinare un futuro migliore per gli anziani, e le loro famiglie e perché nessuno resti solo".

A chiedere che si pensi anche alla componente di popolazione che più rischia con il covid-19 è Loris Cavalletti, segretario della Fnp-Cisl dell'Emilia-Romagna: la fase 2, spiega, "non riguarda solo la ripartenza di fabbriche e lavoro". Ci sarebbe da discutere di parecchie questioni relative agli anziani. Ad esempio, "come si riprenderà nelle case di riposo e nei centri anziani dopo il disastro avvenuto in queste settimane".

Sempre con la premessa che gli anziani devono poter uscire da casa e poter usufruire di occasioni di socialità. Inoltre, c'è il tema di "come si aiutano famiglie e come si ristrutturano i servizi, di cosa che cosa ci ha insegnato questa esperienza".

I sindacati dei pensionati "da danni" chiedono una legge sulla non autosufficienza e "credo che mai come in questo momento sia necessario rilanciarla - afferma ancora Cavalletti - e chiedere al Parlamento che la adotti nel più breve tempo possibile". È, conclude, una questione che va di pari passo all'esigenza di re-impostare i servizi "per le persone anziane, per aiutare le famiglie in difficoltà, e per far a vivere serenamente questa ultima parte della nostra vita". A cominciare dal fatto che gli anziani "devono poter uscire insieme agli altri". (Dire)

Coronavirus, siglata ordinanza: Medicina si riallinea al resto del territorio e via a nuove misure in tutta la Regione

Coronavirus, Hera studia acque di scarico con l'Istituto Superiore di Sanità

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 22 aprile: "In calo i casi positivi attivi: -160 rispetto a ieri"

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 22 aprile: altri dieci morti

Coronavirus, Ausl: "26 deceduti nella casa di riposo, 7 tamponi positivi"

Coronavirus, Emilia-Romagna a sportivi: "Ancora 10 giorni di pazienza, a maggio sport all'aperto"

Coronavirus, bar e ristoranti: "Riapertura? Sarà come un lungo agosto"

Oltre l'emergenza: il sindaco nomina esperti per "ripensare Bologna" 

Fase 2, ripartenza imprese: la proposta della Regione al Governo

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Coronavirus, ecco il piano della Regione per le residenze anziani e contagi domestici

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento