Cronaca

Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi. Metà a Bologna e 11 sintomatici

In totale, 29 asintomatici individuati tramite screening. Donini: "I due focolai scoppiati nei magazzini della logistica bolognese fanno segnare, a oggi, 158 contagiati per la Bartolini e 43 alla Tnt"

In Emilia-Romagna si contano oggi altri 47 casi di positività al coronavirus. Lo riferisce l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, nel corso di un'intervista a SkyTg24. "Da qualche giorno in Emilia-Romagna assistiamo ad una cinquantina di casi positivi, oggi sono 47, un pochino meno di ieri (53, ndr) ma complessivamente siamo sullo stesso trend. La maggior parte - come riporta l'agenzia Dire - sono persone asintomatiche, la metà delle quali su Bologna, soprattutto nei due cluster che abbiamo individuato e circoscritto della Tnt e di Bartolini.

Bollettino Coronavirus Emilia-Romagna 11 luglio

Dei nuovi casi, 29 persone asintomatiche sono state individuate nell’ambito del contact tracing e dell’attività di screening regionale a seguito di test sierologici; 22 si registrano nella provincia di Bologna: 12 legati al focolaio individuato in questi giorni in un'azienda del comparto logistico, 4 quello isolato in precedenza sempre in un Gruppo del medesimo settore.

I pazienti sintomatici sono 18: (11 Bologna, 3 Ferrara, 1 Ravenna, 1 Forlì e 2 Rimini), per la maggior parte riconducibili a focolai o a casi già noti. Nessun nuovo decesso in regione: il numero totale resta quindi 4.269. I nuovi tamponi effettuati sono 4.274, che raggiungono così complessivamente quota 544.888, a cui si aggiungono altri 1.521 test sierologici. Le nuove guarigioni sono 41, per un totale di 23.481, l’81,4% dei contagiati da inizio crisi. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.119 (6 in più di ieri). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.016, 9 in più rispetto a ieri, il 90,7% di quelle malate. I pazienti in terapia intensiva sono 10 (come ieri), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 93 (3 in meno). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 23.481 (+41 rispetto a ieri): 220 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.261 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

I casi per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.566 a Piacenza (invariato), 3.714 a Parma (+4), 5.003 a Reggio Emilia (+2), 3.990 a Modena (+5), 5.073 a Bologna (+22, di cui 11 sintomatici); 404 a Imola (invariato), 1.037 a Ferrara (+4, di cui 3 sintomatici); 1.081 a Ravenna (+1, sintomatico), 964 a Forlì (+1, sintomatico), 817 a Cesena (+4) e 2.220 a Rimini (+4, di cui 2 sintomatici).

Tamponi a tappeto nella logistica in Emilia-Romagna 

I due focolai scoppiati nei magazzini della logistica bolognese fanno segnare, a oggi, 158 contagiati per la Bartolini mentre salgono a 43 quelli riconducibili alla Tnt. Sono i dati forniti dall'assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, ai microfoni di SkyTg24.

"Con Bartolini abbiamo già 158 persone positive e alla Tnt siamo arrivate a 43, per un totale di quasi 700 tamponi eseguiti sia ai lavoratori che ai loro familiari e ai contatti dei familiari dei lavoratori. E abbiamo un ricovero in ospedale", dichiara Donini nel resoconto dell'intervista. "Quindi diciamo che è una situazione circoscritta- aggiunge l'assessore- ovviamente va assolutamente seguita con il contact tracing". 

La campagna di test sierologici che la Regione Emilia-Romagna ha deciso di avviare nel settore della logistica interesserà circa 70mila lavoratori. "Abbiamo pensato che dopo due focolai", cioè quelli alla Bartolini e alla Tnt di Bologna, "bisognasse intervenire con decisione - afferma l'assessore - e quindi promuoveremo un'ordinanza che entro il mese di luglio andrà a testare con screening sierologico tutti i lavoratori del settore della logistica, che sono circa 70mila in Emilia-Romagna". Questo "lo faremo perché deve essere assolutamente circoscritto questo ambito", sottolinea Donini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi. Metà a Bologna e 11 sintomatici

BolognaToday è in caricamento