Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

Antonio Barletta, docente di fisica industriale e coordinatore del corso di laurea in Ingegneria energetica, e la ricercatrice Beatrice Pulvirenti, hanno condotto un'analisi sull'andamento dei casi di covid-19 in Italia

La curva dei contagi in Italia potrebbe raggiungere una fase di equilibrio dopo la metà di aprile, quando "potremmo cominciare a vedere la luce in fondo al tunnel". A sostenerlo sono due studiosi dell'Alma Mater di Bologna, Antonio Barletta, docente di fisica industriale e coordinatore del corso di laurea in Ingegneria energetica, e la ricercatrice Beatrice Pulvirenti, che hanno condotto un'analisi sull'andamento dei casi di covid-19 in Italia nell'ultimo mese.

Curva dei contagi

I due accademici hanno applicato un "semplice modello matematico" per fare una proiezione rispetto allo scenario futuro dei contagi. "I margini di errore sono ancora ampi- spiega Barletta, parlando alla 'Dire'- e non ci siamo ancora discostati così tanto dalla curva esponenziale. Ma dalle nostre valutazioni, fatte sulla base dei dati della Protezione civile, in uno scenario ottimistico si dovrebbe raggiungere una fase di equilibrio dopo la seconda metà di aprile".  In pratica "i nuovi casi progressivamente diminuiranno fino a tendere allo zero, come sta succedendo in Cina da un paio di settimane".

I due studiosi dell'Alma Mater sono partiti dal 27 febbraio, quando la curva dei contagi ha iniziato a salire rapidamente. E, in base al modello matematico applicato, hanno calcolato in 40 giorni il raggiungimento di una fase di equilibrio. "La tanto discussa crescita esponenziale- spiega Barletta- di cui si è parlato giustamente all'inizio dell'epidemia, col tempo si è ridimensionata al punto da tendere verso una situazione di equilibrio". Parlando in termini matematici, si è passati cioè a una "curva logistica". E' un'evoluzione non solo del covid-19, ci tiene a precisare il fisico, ma comune a tutte le epidemie.

"Le possibilità di contagio diminuiscono- spiega Barletta- perchè col passare del tempo ci sono più persone che maturano un'immunità e quindi forniscono protezione anche alle altre persone non ancora immuni". Non mancano però variabili, tuttora incerte, che possono modificare questa previsione.

Immunità e recidiva

Ad esempio, sottolinea il docente dell'Alma Mater, il grado di immunità e di recidiva al covid-19, su cui ancora non ci sono certezze ben definite. E poi il mantenimento o meno delle limitazioni alla vita sociale. "Le misure restrittive hanno sicuramente influenzato la curva dei contagi- afferma Barletta- e un allentamento della norma può determinare scenari diversi. Ad esempio, se si riaprisse tutto adesso sarebbe molto pericoloso". Dunque, "continuiamo a stare a casa", sollecita lo studioso. Il modello matematico, precisa poi Barletta, in realtà "prevede un equilibrio raggiunto in un tempo infinito", perchè in astratto considera le variabili "in maniera continuativa. Noi invece abbiamo assunto che i casi residuali intorno al 5% possano essere assimilabili all'equilibrio", perchè si parlerebbe di poche decine di nuovi contagi in Italia che a livello epidemiologico non rappresentano più una situazione di emergenza. Nel tempo, poi, anche questo 5% residuale naturalmente andrà a calare fino a zero. "Si tratta di un modello matematico semplicistico- afferma Barletta- che però sui grandi numeri può essere efficiente. Sui piccoli numeri invece c'è un'oscillazione più forte e servono modelli più complessi, ma che mantengono comunque un certo grado di incertezza".

Coronavirus, bollettino 31 marzo: + 543 contagi in Emilia-Romagna, continuano a salire le guarigioni

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

In prima linea nel reparto Covid-19: "Non ci si abbandona alla paura, ma si trova dentro l’energia per combattere”

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Coronavirus: nuove sanzioni per chi viola le misure, multe salate fino all'arresto

Io, infermiere all'ospedale Covid Bellaria: "Si muore soli, ma c'è umanità" | VIDEO INTERVISTA

Coronavirus, le misure adottate dal Comune di Bologna: sosta, tasse, rifiuti, scuola - VIDEO

Coronavirus, segretario Federfarma: "Rischiamo la salute per garantire quella dei pazienti. E siamo senza mascherine"

Infermieri in prima linea: “Trasferiti in hotel per tutelare le nostre famiglie. Figli lontani da settimane”

Coronavirus, le misure adottate dal Comune di Bologna: sosta, tasse, rifiuti, scuola - VIDEO

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Le vie di Bologna dai nomi più strani e il loro significato, che non tutti conoscono!

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

Torna su
BolognaToday è in caricamento