Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 28 aprile. Venturi: "222 malati in meno rispetto a ieri, ci avviamo bene verso la fase 2"

Dai nuovi contagi ai decessi, l'aggiornamento del commissario ad acta Sergio Venturi sul Covid-19 in Regione. L'accento di Venturi, nell'aggiornamento odierno, sulla notizia che entro questa settimana la Regione completerà lo screening di tutti gli operatori sanitari: "Noi prima regione"

"Record di tamponi - oltre 172mila -66 ricoverati in meno nei reparti Covid e 19 pazienti in meno nelle terapie intensive. 252 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 40 in più rispetto a ieri ma con il doppio di tampioni eseguiti. 222 malati effettivi meno rispetto a ieri. E ristabilimento progressivo delle situazioni anche nelle case di riposo". Sono i dati di oggi, 28 aprile, che il segretario ad acta Sergio Venturi snocciola aggiornando sulla situazione coronavirus in Emilia Romagna e dicendosi "molto più tranquillo" rispetto anche solo a 10 giorni fa e sicuro del fatto che "ci stiamo avviando bene verso la fase 2".

L'accento di Venturi, nell'aggiornamento odierno, è in prevalenza sulla notizia che entro questa settimana la Regione completerà lo screening di tutti gli operatori sanitari del servizio sanitario dell'Emilia Romagna: "Non so - dice pungente - se saremo la prima Regione a terminarlo , presumo di sì, ma anche in questo caso non diciamo 'faremo faremo' ma ne parliamo quando lo abbiamo fatto".

Curva quotidiana nuovi positivi in Emilia Romagna, trend dal 28 febbraio al 28 aprile 

Immagine-21-15

Curva ricoveri terapie intensive in Emilia Romagna al 28 aprile 2020

terapie-2

Bollettino coronavirus in Emilia Romagna, i dati del 28 aprile

In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, si sono registrati 24.914 casi di positività, 252 in più rispetto a ieri. Le nuove guarigioni sono 433 (9.439 in totale) mentre i test effettuati hanno raggiunto quota 172.589, 7.610 in un solo giorno (contro i circa 3500 tamponi della giornata di ieri) . In netto calo i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -222 rispetto a ieri (12.003 contro 12.225). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, arrivano complessivamente a 8.384, -114 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 228 (-19 rispetto a ieri). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-66).

Le persone complessivamente guarite salgono a 9.439 (+433): 2.687 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 6.752 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 41 nuovi decessi: 17 uomini e 24 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.472.

I nuovi decessi riguardano 10 residenti nella provincia di Piacenza, 3 in quella di Parma, 10 in quella di Reggio Emilia, 3 in quella di Modena, 8 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 2 nella provincia di Forlì-Cesena (i 2 nuovi decessi nel forlivese), 5 nel riminese. Nessun nuovo decesso nelle provincie di Ferrara, Ravenna e da fuori regione.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 3.918 a Piacenza (92 in più rispetto a ieri), 3.122 a Parma (10 in più), 4.593 a Reggio Emilia (8 in più), 3.609 a Modena (31 in più), 3.897 a Bologna (70 in più), 366 le positività registrate a Imola (2 in più), 909 a Ferrara (4 in più). In Romagna sono complessivamente 4500 (35 in più), di cui 978 a Ravenna (8 in più), 877 a Forlì (nessun caso in più rispetto a ieri), 672 a Cesena (7 in più), 1.973 a Rimini (20 in più).

Coronavirus a Bologna e provincia, bollettino 28 aprile: i dati comune per comune

La rete ospedaliera: 4.458 i posti letto aggiuntivi destinati ai pazienti Covid-19 

Da Piacenza a Rimini, il piano di rafforzamento messo a punto dalla Regione ha portato complessivamente ad oggi a 4.458 posti letto attivati per i pazienti Covid-19: 3.980 ordinari (82 meno di ieri) e 478 di terapia intensiva, come ieri. Nel dettaglio: 514 posti letto a Piacenza (di cui 34 di terapia intensiva), 904 Parma (50 di terapia intensiva), 501 a Reggio Emilia (45 di terapia intensiva), 502 a Modena (70 di terapia intensiva), 1.049 tra Bologna e Imola, e dunque nell’area metropolitana (142 terapia intensiva, di cui 8 a Imola), 322 a Ferrara (38 di terapia intensiva), 666 in Romagna, di cui 99 per terapia intensiva. Nel dettaglio: 178 a Rimini (di cui 39 per la terapia intensiva), 136 a Ravenna (di cui 14 per la terapia intensiva), 97 a Lugo (di cui 10 per la terapia intensiva), 24 a Faenza, al San Pier Damiano Hospital; 89 a Forlì (di cui 10 per la terapia intensiva), 102 a Cesena (di cui 26 per la terapia intensiva) e 40 posti letto a Villa Serena.

Personale sanitario volontario da altre Regioni: 15 nuovi infermieri per l’Emilia-Romagna

Dall’inizio dell’emergenza sono arrivati in Emilia-Romagna quattro contingenti di infermieri (totale 69, di cui 15 ieri) e quattro di medici (totale 56).

Lunedì 27 aprile sono stati 878 i volontari di protezione civile dell’Emilia-Romagna impegnati su più fronti; dall’inizio dell’emergenza, si sono accumulate 34.223 giornate complessive. Tra le attività più rilevanti, c’è il supporto ai Comuni per l’assistenza alla popolazione: esteso su tutto il territorio regionale, quest’impegno ha coinvolto 540 volontari (fra cui 150 scout Agesci). C’è poi il supporto alle Ausl nel trasporto degenti con ambulanze, nel trasporto di campioni sanitari e tamponi, nella consegna di farmaci (Cri e Anpas): 309 i volontari coinvolti. Le altre attività riguardano le funzioni di segreteria e il supporto logistico presso i COC (Centri operativi comunali) dei vari Comuni o le sedi dei Coordinamenti provinciali, e la sanificazione dei mezzi di soccorso nel parmense, in Val di Taro.

Prosegue l’attività di sorveglianza dei passeggeri in transito all’aeroporto Marconi di Bologna: questi ultimi sono volontari attivati a livello nazionale, direttamente dal Dipartimento Protezione civile.

 

Fase due, il piano della Regione da 14 miliardi, Bonaccini: "La salute prima di tutto, ma non dobbiamo fermarci"

Fase 2 in Emilia-Romagna, un modello per tenere sotto controllo le ospedalizzazioni da Covid: "Ridurre contatti interpersonali del 50%"ù

Fase 2 e seconde case: che cosa si potrà fare dal 4 maggio

Emilia-Romagna, bollettino del 27 aprile: "+212 contagi, dato tra i più bassi"

Coronavirus a Bologna e provincia, bollettino 27 aprile: +34 casi e 12 morti 

Ecco il testo completo del nuovo DPCM 26 aprile 2020

Fase 2, Bonaccini critico: "Accelerare su riaperture. Delusione su scuola, famiglia e mascherine"

Fase 2 Coronavirus, tra gli spostamenti consentiti quelli per raggiungere i congiunti

Coronavirus, Conte sulla fase 2: dai negozi ai parchi, cosa cambia dal 4 maggio in avanti

Nuova ordinanza Bonaccini: dal 27 aprile via a vendita di cibo da asporto e toelettatura animali. Novità per il comune di Medicina

Coronavirus, Hera studia acque di scarico con l'Istituto Superiore di Sanità

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento