Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il punto di oggi in Regione, Venturi: "Situazione positiva, nessuno è peggiorato" | VIDEO

Dalle Ausl di Modena e Reggio Emilia le prime denunce contro le bufale. Più di 11mila chiamate al numero verde, l'assessore esclude un focolaio in Romagna

 

Quattro nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna, per un totale di 23 persone al momento positive, come già comunicato oggi dalla Regione. Un dato positivo per l'assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi, che facendo il punto con i giornalisti in viale Aldo Moro dà un messaggio di tranquillità e afferma: "Nessuno tra questi 23 è peggiorato in questi giorni, tre o quattro pazienti sono in terapia intensiva, ma la metà è in isolamento a casa propria. Rispetto a ieri – prosegue –, abbiamo avuto un incremento di soltanto quattro casi. Poteva essere di più, invece è una progressione molto ridotta. Sarei molto contento se si aggiungessero solo quattro casi al giorno perché vorrebbe dire che stiamo riducendo il fenomeno. Stiamo lavorando al massimo per contenere l'infezione, di sicuro la chiusura della zona rossa nel lodigiano ci ha dato una grande mano".

Paziente positivo ricoverato a Rimini

Accertamenti in corso su uno degli ultimi contagiati, un uomo settantenne ricoverato a Rimini, risultato positivo al tampone. "L'uomo ha viaggiato molto, ha avuto tantissimi contatti ed è stato in molti luoghi e il caso ci scombussola un po', non tralasciamo alcuna ipotesi ma tendo a escludere che sia un nuovo focolaio romagnolo".

Tornato in Italia, riferisce Venturi, il 70enne è andato al Pronto soccorso del suo territorio perché non si sentiva bene e lì gli è stata diagnosticata una polmonite. A quel punto è stato sottoposto ai test per il coronavirus e quindi trasferito "in sicurezza" all'ospedale di Rimini, dove è tuttora ricoverato nel reparto di malattie infettive. "È il primo caso che troviamo dopo aver alzato la soglia", sottolinea l'assessore, ovvero da quando è stato disposto il tampone per tutti i malati di polmonite. Ci auguriamo che sia uno dei pochi – aggiunge Venturi – questa metodica aggressiva è molto positiva e pensiamo che possa essere d'esempio anche per le altre Regioni".

Denunce fake news

Sono partite intanto le prime denunce contro chi sta diffondendo notizie false sul contagio da coronavirus. "L'Ausl di Modena e quella Reggio Emilia hanno denunciato i primi casi di notizie false alla Polizia postale – afferma Venturi – siamo passati alla fase delle denunce e continueremo ogni volta che qualche sciacallo darà notizie false". E aggiunge: "Mi auguro che le denunce crescano perché vuol dire che le persone collaborano quando vengono raggiunti da questi comunicati falsi. Ci vediamo qui tutti i giorni per raccontarci le cose che succedono in assoluta trasparenza, sena bisogno di qualcuno che racconta falsità che mettono solo paura alle persone". 

Numero verde 800 033 033

11.200: è il numero di telefonate arrivate fino alle 14 di oggi 25 febbraio, come comunicato dall'assessore in conferenza stampa. "Chiedo di avere un po' di pazienza se non si riesce ad avere risposta nei primi minuti – ha detto – gli operatori stanno lavorando al meglio".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento