rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Coronavirus, la situazione in Italia: 283 persone colpite e 7 decessi

I dati aggiornati forniti dal commissario straordinario all'emergenza Angelo Borrelli

Alle ore 15 del 25 febbraio, il Capo della protezione civile e commissario straordinario all'emergenza Angelo Borrelli ha fornito i dati dei contagiati e dei decessi per Coronavirus in Italia. 

Sono 283 le persone colpite, delle quali 7 sono decedute e una è guarita. Si registra quindi un + 54 rispetto ai dati di ieri pomeriggio (24 febbraio). 

Casi per Regione

In Lombardia sono 212 le persone contagiate, in Veneto 38, con un morto. In Emilia-Romangna 23 (17 nel piacentino, 4 nel parmense, 1 nel modense e 1 nel riminese), in Piemonte 3, nel Lazio 3, delle quali una guarita e i due cittadini cinesi ricoverato allo Spallanzani. In Toscana sono 2, in Sicilia 1 e in Trentino 1. 

Alle ore 18 del 24 febbraio, il Capo della protezione civile e commissario straordinario all'emergenza Angelo Borrelli ha fornito i dati dei contagiati e dei decessi per Coronavirus

In Italia sono 229 le persone colpite, con 222 positivi, 7 deceduti e una dimessa (guarita). Le 229 persone contagiate suddivise per Regione: 172 Lombardia, 33 Veneto, 19 Emila Romagna, 3 Piemonte, 3 Lazio (si tratta di due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani dal 30 gennaio 2020 e del ricercatore dimesso).  

Delle 222 persone in osservazione e trattamento: 94 in isolamento domiciliare, 101 ricoverati e 27 terapia intensiva. L'Istituto Spallanzani (INMI) rende noto un bollettino medico alle ore 12 circa di ogni giorno sulle condizioni di salute dei pazienti ricoverati e sui test dei contatti monitorati.

"Non possiamo prevedere l'andamento del virus: c'è stato un focolaio e di lì si è diffuso anche per una gestione di una struttura ospedaliera non del tutto propria secondo i protocolli prudenti che si raccomandano in questi casi, e questo ha contribuito alla diffusione. Noi proseguiamo con massima cautela e rigore" ha detto ieri sera il premier Giuseppe Conte

I primi casi in Italia

I primi due casi di Coronavirus in Italia, una coppia di turisti cinesi, sono stati confermati il 30 gennaio dall'Istituto Spallanzani, dove sono ricoverati in isolamento dal 29 gennaio. Il 13 febbraio è stata dimessa la comitiva di turisti cinesi, da 14 giorni in osservazione presso lo Spallanzani, che era stata in contatto con la coppia di connazionali, risultata positiva al test coronavirus.

Coronavirus, le novità al punto in Regione. "Non c'è un focolaio in Emilia-Romagna" | VIDEO

Il terzo caso di coronavirus confermato nel nostro Paese, primo in un italiano, è stato confermato il 6 febbraio dall'Istituto superiore di sanità. Riguarda uno dei 56 connazionali fatti rientrare da Wuhan e sottoposti a quarantena nella citta militare della Cecchignola. E' stato trasferito allo Spallanzani in isolamento.

Situazione internazionale

Secondo gli ultimi dati OMS (Fonte: Health Emergency Dashboard, sono 79.336 casi confermati nel mondo dall'inizio dell'epidemia, con 2618 morti. In Cina, i casi confermati clinicamente e in laboratorio sono 77.262 e i morti 2.599 morti

2.074 sono i casi confermati in 27 altri Paesi, con 19 morti. 

Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo" 

Coronavirus, linea Milano – Piacenza: traffico ferroviario sospeso, forti ritardi e cancellazione treni

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la situazione in Italia: 283 persone colpite e 7 decessi

BolognaToday è in caricamento